La solidarietà di Marta Onlus passa dal Chiostro degli Agostiniani

cena_chiostro_agostiniani_empoli_marta_onlus_2

Nell’incantevole scenario del Chiostro degli Agostiniani e con grande partecipazione di sostenitori vecchi e nuovi si è svolta giovedì 11 Luglio la cena solidale organizzata da Marta Onlus , in collaborazione con la pasticceria Le Gateau e Vizi e Delizie, una serata per far conoscere alla cittadinanza empolese la nuova progettualità a salvaguardia della vita umana in zone geografiche difficili rivolgendo una maggiore attenzione ai bambini.

In apertura Silvia Burchielli, presidente di Marta Onlus ha illustrato i progetti realizzati fino ad oggi in terra ugandese, il progetto adozioni culturali che ha avuto in questo primo anno di vita un forte incremento, l’acquisto di nuovi banchi e materiale scolastico per la scuola sostenuta dall’associazione.
Per quanto riguarda il progetto socio-educativo è stato avviato il “progetto sorgo “che cercherà di garantire un domani migliore e darà la possibilità alle famiglie povere del villaggio, riunite nella cooperativa Mungu Ongey, di iniziare un tracciato che guardi anche al futuro delle prossime generazioni.

Dopo i saluti del presidente Panchetti, socio fondatore e cardiologo empolese della Fondazione toscana G.Monasterio ha illustrato il futuro progetto sanitario che oltre alla prevenzione e lo screeneng delle malattie cardiologiche, dermatologiche iniziato lo scorso novembre e prevederà l’allestimento di un punto di primo soccorso nel villaggio di Pakwach.

L’amministrazione comunale ha dato il benvenuto a Marta Onlus con la gradita presenza dell’assessore all’associazionismo Fabrizio Biuzzi che ha sottolineato l’importanza di creare condizioni di sviluppo nei paesi più bisognosi affinché si creino situazioni migliori per stare bene tutti.

Alla serata ha partecipato anche il senatore Dario Parrini, sostenitore da sempre di Marta Onlus, i proventi della serata saranno destinati ai nuovi progetti sanitari dell’associazione

Fonte: Marta Onlus

Tutte le notizie di Empoli

<< Indietro
torna a inizio pagina