Progetto C.A.S.A.: a Pescia un appartamento per il co-housing sociale


Per implementare il progetto Welcome in Valdinievole, la Fondazione Caript ha aderito al progetto C.A.S.A. (Co-housing e Accoglienze per il Sostegno Abitativo) proposto dalla Caritas Diocesana di Pescia e finalizzato a promuovere delle esperienze di coabitazione tra persone in situazione di fragilità sociale ed economica.

La coabitazione risulta essere, attraverso la capillarizzazione e la specificità dei percorsi individuali, una possibilità importante per persone che si trovano in difficili condizioni economiche di ricostruire reti relazionali e consolidare o potenziare le capacità individuali, per conquistare maggiori spazi di autonomia.

Per questo la Caritas Diocesana di Pescia è fattivamente impegnata in alcuni comuni della Valdinievole nell’ambito del contrasto ai fenomeni di disagio abitativo e della marginalità sociale. Fra gli interventi assistenziali con cui attuare tale contrasto sono da annoverare proprio i processi sperimentali di promozione di co-housing sociale, fra cui merita di essere segnalata l’esperienza che la Caritas stessa conduce da alcuni anni in un alloggio in prossimità del centro di Pescia.

L’appartamento, già occupato da persone che vivono in situazione di co-abitazione, è stato acquisito dalla Fondazione per provvedere ai necessari lavori di manutenzione e di parziale rifacimento degli impianti e degli infissi.

Terminati i lavori, nella giornata di oggi, venerdì 12 luglio, attraverso l’ufficiale consegna delle chiavi, la Caritas Diocesana  di Pescia ha ricevuto l’appartamento in regime di comodato gratuito, con il fine di destinarlo allo sviluppo del proprio progetto di co-housing.

Questo progetto si inserisce nel complesso degli interventi della Fondazione destinati all’Area Sociale, per la quale l’ente prevede nel suo Documento Programmatico 2019 un totale di quasi 1 milione e mezzo di euro.

 

Fonte: Fondazione Caript

Tutte le notizie di Pescia

<< Indietro
torna a inizio pagina