Roberto Bolle and Friends, sul palco di Firenze l'étoile più famoso al mondo

R.Bolle&Alexandre Riabko_Opus100©Andrej Uspenski pic

Roberto Bolle e Caetano Veloso, De Gregori e Loreena Mckennitt. E poi la reunion Perigeo, Nicola Piovani con l’Orchestra del Maggio... Nomi illustri dello spettacolo e decine di eventi a ingresso libero segnano il Musart Festival Firenze, dal 13 al 24 luglio in piazza della Santissima Annunziata, scenario mozzafiato a due passi dal Duomo di Firenze.

Dopo il tutto esaurito dell’anno passato, Roberto Bolle sarà protagonista della serata inaugurale di sabato 13 luglio (ore 21.15) con il suo “ROBERTO BOLLE and FRIENDS” - Gala di cui non è solo interprete, ma anche direttore artistico – sul palco allestito nella centrale piazza della Santissima Annunziata, a due passi dal Duomo di Firenze.

Lo spettacolo, ogni anno rinnovato, vede un cast internazionale di primissimo livello ed un programma tanto variegato quanto prezioso. Tra gli altri, infatti, si rileva la novità di Waves, coreografia di Massimiliano Volpini, che vede per la prima volta Bolle interagire con laser in scena. Le musiche di questo pezzo sono state realizzate ad hoc da Davide Dileo Boosta e si mescolano a quelle di Erik Satie. E poi pezzi del grande repertorio come In the Middle Somewhat Elevated di William Forsythe e ancora il suo Bach Duet entrambi danzati da Roberto Bolle insieme con Elena Vostrotina e la coreografia Opus 100 di John Neumeier in cui l’Étoile è affiancato da Alexandre Riabko.

“ROBERTO BOLLE and FRIENDS” al Musart Festival è un appuntamento speciale pensato per una città che da sempre ama molto l’“Étoile dei due mondi”, reduce da un anno di clamorosi successi nei Teatri di tutto il mondo e in televisione dove ha aperto l’anno con lo show evento “Danza con me”, trionfo di critica e pubblico.
“ROBERTO BOLLE and FRIENDS” coinvolgerà alcuni tra i nomi più importanti del panorama tersicoreo internazionale per offrire al pubblico una serata di danza al suo massimo livello: al fianco di Roberto Bolle (Teatro alla Scala, Milano - American Ballet Theatre, New York) saranno in scena Timofej Andrijashenko (Teatro alla Scala, Milano), Stefania Figliossi (Guest Artist), Angelo Greco (San Francisco Ballet, San Francisco), Misa Kuranaga (San Francisco Ballet, San Francisco), Maia Makhateli (Dutch National Ballet, Amsterdam), Nicoletta Manni (Teatro alla Scala, Milano), Alexandre Riabko (Hamburg Ballett, Amburgo), Daniil Simkin (Staatsballett Berlin, Berlino - American Ballet Theatre, New York), Elena Vostrotina (Ballett Zürich, Zurigo).

“ROBERTO BOLLE and FRIENDS” è una produzione Artedanza srl.

I biglietti disponibili nei circuiti di Box Office Toscana (Tel. 055.210804) e online su Ticketone (Tel. 892.101). Disponibile in prevendita anche una formula Gold Package che al biglietto di primo settore abbina ingresso dedicato, visita guidata ai luoghi d’arte, area hospitality, cena al Caffè del Verone, carnet di omaggi e riduzioni per mostre e musei.
Musart è anche visite e luoghi d’arte,
concerti pomeridiani, incontri e mostre a ingresso libero
Per partecipare basta prenotarsi sul sito www.musartfestival.it

Musart è un unicum nell’offerta festivaliera italiana. Giunto alla quarta edizione, il festival abbina ai grandi nomi dello spettacolo un ricco programma di eventi e iniziative in altri preziosi spazi della città: incontri, concerti pomeridiani, visite a luoghi d’arte, mostre, docu-film e altri eventi: questi appuntamenti sono tutti a ingresso libero, per alcuni è richiesta prenotazione sul sito www.musartfestival.it o presso il Boxoffice in via delle Vecchie Carceri, 1 a Firenze.

A piazza della Santissima Annunziata si aggiunge, da quest’anno, l’adiacente piazza Brunelleschi, trasformata in foyer di questo elegante teatro all’aperto. Qui, ogni sera alle ore 20, la rassegna Musica dal Mondo propone i live di Whisky Trail (sabato 13 luglio) Taharma, Perfidia, Fuentes, Pé No Chao… Tutti a ingresso libero.

L’Ex Tipografia dell’Istituto Geografico Militare ospita – alle ore 18.00 – cinque concerti: il violoncellista Redi Hasa (15 luglio), il chitarrista Jimmy Villotti, storico collaboratore di Paolo Conte (16 luglio), Carlo Guaitoli, pianista e direttore d’orchestra di Franco Battiato (17 luglio), il chitarrista Giuseppe Scarpato, da oltre 20 anni al fianco di Edoardo Bennato (18 luglio) e il chitarrista dei Perigeo Anthony Sidney (19 luglio).

Nel Chiostro di Levante della Facoltà di Lettere – dal 15 al 23 luglio, ore 18.30 – Stefano Senardi cura otto incontri di musica e spettacoli: dalla Bologna di Lucio Dalla allo storico concerto dei Pink Floyd a Venezia, dalla nascita del mito di S.Siro negli anni ’80 con Bob Marley e Springsteen al tour di De Andrè e PFM. Fra gli ospiti: Eugenio Finardi, Franz Di Cioccio, Patrick Djivas, Fran Tomasi, Marco Mangiarotti, Ernesto Assante, Gino Castaldo, Francesco Sanavio e Bruno Sconocchia. Sempre nel Chiostro, alle 20 e alle 21, tornano i documentari “33 Giri – Italian Masters”, in collaborazione con Sky Arte. All’Istituto degli Innocenti quarto appuntamento con la mostra fotografica “Because the night”, curata da Edoardo Zucchetti: dagli archivi di Press Photo, Tania Bucci e Marco Borrelli si ripercorre una nuova decade dei grandi eventi che si sono svolti a Firenze dal 1999 al 2009 (dal 13 al 22 luglio, dalle 10 alle 19).

Musart Festival inaugura da quest’anno una nuova iniziativa: le targhe ai luoghi storici della città, per iniziare a tracciare una mappa degli eventi che hanno reso Firenze protagonista della musica. Club, locali, garage, cantine, discoteche ma anche piazze, gallerie e musei. Si parte dal centro storico: dove una volta c’era La Siesta, in via dei Cimatori 13/r. Molti i concerti dal vivo negli anni ’60, si ricordano tra gli altri quelli di Patty Pravo, di Ricky Shane, dei Motowns, dei Califfi, degli Spettri e molti altri.

Prima dei live si possono visitare gratuitamente giardini, luoghi di culto e palazzi monumentali adiacenti alla piazza. Tra questi l’Istituto degli Innocenti, l’Istituto Geografico Militare, la Biblioteca Umanistica dell’Università di Firenze, la Chiesa di Santa Maria degli Innocenti, la Chiesa di San Francesco Poverino, il Giardino del Museo Archeologico, la Basilica di Santissima Annunziata e, novità di quest’anno, l’Accademia di Belle Arti di Firenze.

Protagonisti di questa quarta edizione sono l’etoile Roberto Bolle (13 luglio), la leggenda della musica brasiliana Caetano Veloso (19 luglio), il cantautore Francesco De Gregori con un ensemble di 40 elementi, Gnu Quartet e la sua band (16 luglio), l’ex Genesis Steve Hackett (18 luglio). E ancora, Nicola Piovani con l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino (15 luglio), il pop celtico di Loreena Mckennitt (20 luglio), la straordinaria reunion del Perigeo (23 luglio), le musiche della saga Il Trono di Spade interpretate dall’Ensemble Symphony Orchestra (22 luglio), classici del rock in versione sinfonica con Orchestra della Toscana e Prague Philharmonic Orchestra (17 luglio), il concerto all’alba di Danilo Rea (24 luglio).

Musart Festival 2019 è prodotto da associazione culturale Musart in co-organizzazione con Istituto degli Innocenti. È realizzato con il contributo di Comune di Firenze/Estate Fiorentina, Città Metropolitana di Firenze, Toscana Promozione Turistica, Fondazione CR Firenze. E’ sostenuto da Toscana Aeroporti, Publiacqua, Unicredit, Firenze Parcheggi, Unicoop Firenze, Findomestic, Sammontana, Ruffino, Prinz, Birra Messina. Media partners Sky Arte e Radio Capital. Si avvale dei partners Trenitalia, Destination Florence. In collaborazione con Istituto Geografico Italiano e Università degli Studi di Firenze.
Programma Roberto Bolle and Friends - Firenze

Coppelia
Pas de deux
Coreografia: Arthur Saint-Leon
Musica: Léo Delibes
Artisti: Misa Kuranaga, Angelo Greco

Bach Duet
Coreografia: William Forsythe
Musica: Johann Sebastian Bach
Luci: William Forsythe
Costumi: Yumiko Takeshima
Artisti: Elena Vostrotina, Roberto Bolle

Les Bourgeois
Coreografia: Ben Van Cauwenbergh
Musica: Jaques Brel e Jean Samuele Cortinovis
Artista: Daniil Simkin

Serenata
Tratto dall’opera “Cantata”
Coreografia: Mauro Bigonzetti
Musica: Amerigo Ciervo (iMusicalia)
Artisti: Stefania Figliossi, Roberto Bolle

Grand Pas Classique
Coreografia: Victor Gsovskij
Musica: Daniel – François Auber
Artisti: Nicoletta Manni, Timofej Andrijashenko

Opus 100 – für Maurice
Coreografia: John Neumeier
Musica: Simon&Garfunkel
Artisti: Roberto Bolle, Alexandre Riabko

Soirées Musicales
Coreografia: Helgi Tomasson
Musica: Benjamin Britten
Costumi: Ann Beck
Artisti: Misa Kuranaga, Angelo Greco

In the Middle Somewhat Elevated
Pas de deux
Coreografia: William Forsythe
Luci e Costumi : William Forsythe
Musica di Thom Willems
In collaborazione con Lesley Stuck
Artisti: Elena Vostrotina, Roberto Bolle

Don Chisciotte
Pas de deux dall’Atto III
Coreografia: Marius Petipa
Musica: Ludwig Minkus
Artisti: Daniil Simkin, Maia Makhateli

Waves
Coreografia: Massimiliano Volpini
Musiche di Davide Boosta Dileo e di Erik Satie
Artista: Roberto Bolle

Light designer: Valerio Tiberi

Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro
torna a inizio pagina