Altopascio accoglie Mathildis, la festa medievale rinnovata

mathildis_festa_medievale_altopascio_2019_07_16

Una festa medievale totalmente rinnovata, che tra musici, giochi di bandiera e mercatino, spettacoli di acrobati, giullari, fuocolieri, accampamenti, duelli, tiri con l’arco e la balestra, rappresentazioni itineranti e aperitivi e cene nei locali del centro, farà vivere e rivivere le piazze storiche e tutto il centro paese. Ecco Mathildis, in programma sabato 20 luglio dalle 18.30, l’appuntamento con la rievocazione e la tradizione, quest’anno rinnovato e attraversato anche da un tocco di teatro, di arte di strada e circense, di spettacolarità, che coinvolgerà ancora di più pubblico e spettatori.

La manifestazione, inserita nel programma generale del Luglio altopascese 2019, è stata pre-sentata questa mattina nel Loggiato Mediceo dal sindaco, Sara D’Ambrosio, dall’assessore alla promozione del territorio, Adamo La Vigna, e dalla direttrice artistica del festival, Martina Favilla. L’evento, promosso e organizzato da Antitesi Teatro Circo in collaborazione con l’am-ministrazione comunale, vuole omaggiare Matilde di Canossa, detta anche Matilde di Toscana: fu anche lei, infatti, a sostenere la creazione dello Spedale di Altopascio, struttura di particolare importanza nella storia medievale per l’assistenza dei pellegrini in cammino sulla Via Francigena.

Tanti gli appuntamenti previsti, che dal tardo pomeriggio di sabato fino alla notte, coinvolge-ranno il centro cittadino in una sorta di percorso a tappe, che da piazza Ricasoli fino a piazza Tripoli, passando per piazza Ospitalieri, piazza Garibaldi, piazza della Magione e via Cavour, coinvolgerà e sorprenderà i cittadini.

“Altopascio, un paese che vive. Anche quest'anno abbiamo scelto questa frase per rappresentare una delle manifestazioni più importanti dell'anno, il Luglio altopascese - spiega il sindaco, Sara D’Ambrosio -. Una frase che è quasi un auspicio e che ritroviamo anche in questa prima edizione di Mathildis. Un evento antico, ma nuovo: rinnovato nella sua concezione e nella sua capacità di coinvolgere il pubblico, dove alla rievocazione storica abbiniamo lo spettacolo artistico, capace di animare le piazze storiche e il centro paese, in quella che sarà una manifestazione di grandi emozioni, di belle sorprese, di vera arte, per la quale ringrazio Antitesi Teatro Circo”. “Il format della Festa medievale è stato totalmente rinnovato - aggiunge l’assessore La Vigna -. Quest’anno la kermesse avrà un taglio diverso, dove alla rievocazione classica abbiniamo giochi e spettacoli. L’idea di fondo è stata quella di costruire un evento che potesse coinvolgere mag-giormente e in modo diverso il centro paese e le piazze, con tante attività e i commercianti che proporranno aperitivi, cene e musica. Anche questo appuntamento, inoltre, sarà a ingresso gra-tuito: sembra un aspetto banale, ma non lo è. Per scelta riusciamo a costruire una manifesta-zione che dura un mese, che porta ad Altopascio eventi di richiamo e nomi di livello nazionale, che fa vivere ogni angolo del centro: e tutto questo lo facciamo mantenendo ogni evento a ingresso libero e gratuito, perché tutti possano godere di un mese di festeggiamenti”. Soddisfa-zione è stata espressa anche da Martina Favilla, direttrice artistica del Festival. “È un piacere inaugurare la nuova edizione della Festa medievale con il progetto "Mathildis", accolto con en-tusiasmo dal Comune di Altopascio, che porterà nella cittadina il frutto di oltre 25 anni di espe-rienza e passione di Antitesi Teatro Circo, nell'ideazione e realizzazione di spettacoli ed eventi. Abbiamo scelto Mathildis, come titolo della manifestazione, per ricordare Matilde di Canossa, colei che ha fortemente voluto e sostenuto la creazione dello Spedale di Altopascio. Oggi come allora si mantiene vivo lo spirito di accoglienza che da sempre caratterizza questi luoghi e con il quale vi invitiamo a partecipare alla Festa”.

PROGRAMMA COMPLETO. In piazza Ricasoli sarà possibile trovare i giochi medievali dell’as-sociazione Nobiltà e contado di Pistoia; i laboratori per bambini curati da Antitesi Teatro Circo; Saltatempo giullare medievale; l’associazione Orpheus Ensemble intratterrà il pubblico con i mu-sici medievali. Si prosegue poi con il gioco delle bandiere (Alfieri e musici della Valmarina), con “Etna”, spettacolo di fuoco (Anton Lumi Bonura - Il Drago Bianco) e con l’acrobatica area “Stria” curata da Antitesi Teatro Circo. Antitesi proporrà anche il teatro comico medievale nell’affasci-nante rito delle streghe. Nella piazza adiacente, piazza Garibaldi, i Karakongioli faranno divertire grandi e piccini con la giocoleria comica, mentre Fire Aida proporrà uno spettacolo di fuoco. Di nuovo i musici medievali e, novità, dalle 19 alle 20 si terrà il Torneo Balestrieri di Porta San Marco dei Vessilli pisani. Alle 20.15 è prevista la partenza del corteo storico, che attraverserà tutto il centro storico. In piazza Ospitalieri sarà possibile conoscere la vita nell’accampamento medievale, con la rievocazione storica di quel periodo. Gli Arcieri di Sacco organizzeranno la prova dell’arco, mentre duelli medievali occuperanno la piazza (a cura di Fratellanza del Lupo Grigio). Di nuovo i musici medievali Orpheus Ensemble e il rito delle streghe “Ignis Noctem” di Antitesi Teatro Circo. Infine, sempre in piazza Ospitalieri, per gli appassionati o i curiosi sarà possibile prendere parte al laboratorio alla scoperta di antichi mestieri sulla tecnica del mosaico con le formie mie amie. Spettacolari giochi di bandiere sono previsti in piazza della Magione e in piazza Tripoli (a cura degli Alfieri e musici della Valmarina), mentre Vesta - artista del fuoco farà uno spettacolo di fuoco e ruota cyr. Trampolieri, mangiafuoco, musici medievali e riti delle stre-ghe del fuoco diventeranno spettacoli itineranti per il centro e lungo via Cavour, così come il corteo storico, che vedrà la partecipazione del gruppo storico Casteldurante, degli Alfieri e musici della Valmarina, degli Arcieri di Sacco, dei Balestrieri di Porta San Marco dei Vessilli pisani e della Fratellanza del Lupo Grigio.

Fonte: Comune di Altopascio - Ufficio stampa

Tutte le notizie di Altopascio

<< Indietro
torna a inizio pagina