IDS di Montacchiello, preoccupazione dei sindacati. L'impegno del Comune di Pisa

IMG_7493

Questa mattina è stato venduto un altro ramo dell’azienda Ids di Montacchiello, quello dell’aeronavigazione, ad ENAV. Il ramo più importante, dal punto di vista del reddito, di questa azienda della nostra città. A questo si deve inoltre aggiungere anche la perdita, per questa azienda, di alcune maestranze tra le più giovani e preparate. Una situazione dunque di grande preoccupazione per la difesa dei livelli occupazionali di questa azienda della nostra città che conta circa 200 lavoratori, tutti altamente qualificati. Questo, in sintesi, è quanto è emerso dall'incontro che si è tenuto questa mattina durante la Conferenza dei capigruppo del Consiglio Comunale e una rappresentanza dei lavoratori e dei sindacati di questa azienda pisana. Nel dibattito che ne è seguito, inoltre, è stata sottolineata la necessità che l’attuale proprietà dell’Ids di Montacchiello presenti, nel più breve tempo possibile, il piano industriale, strumento indispensabile anche per la ricerca di nuovi partner industriali e la necessità di un intervento, sempre il prima possibile, del Governo e di tutte le istituzioni preposte alla difesa dei posti di lavoro.

La vicesindaco del Comune di Pisa, Raffella Buonsangue, presente all'incontro di questa mattina, ha sottolineato la massima attenzione e impegno del Comune nel seguire l’evolversi di questa situazione dell’Ids di Montacchiello.

Presenti, inoltre, all'incontro di questa mattina, insieme al presidente del Consiglio Comunale, Alessandro Gennai, i consiglieri Ciccio Auletta (Diritti in Comune) che ha promosso questo incontro, Gino Mannocci (Pisa nel Cuore), Alessandro Bargagna (Lega), Giuliano Pizzanelli (Pd), Manuel Laurora (gruppo misto), Antonio Veronese (Patto Civico) e Maurizio Nerini (noiadessopi@-Fdi).

Per quanto riguarda la RSU dell’Ids, sono intervenuti Giovanni Alli (Fiom Cgil), Cecilia Tintori (Fiom Cgil) e Fabrizio Giuliani (Fim Cisl), mentre, per i sindacati sono intervenuti, Marco Comparini (Fiom Cgil) e Claudio Garzotto (Fim Csil).

Fonte: Comune di Pisa - Ufficio Stampa

Tutte le notizie di Pisa

<< Indietro
torna a inizio pagina