SdS, oltre 25mila euro in buoni spesa dal Lions Club per famiglie in difficoltà

sacchetto polemica supermercato frutta generica

Ventisettemila euro dal 2015 ad oggi in buoni spesa donati dal Lions Club Le Signe alla Società della Salute fiorentina nord ovest e da questa utilizzati per l’acquisto di generi alimentari da destinare a persone in situazione di disagio economico. In pratica, quasi una media di 70 famiglie all’anno che, seguite dai Servizi Sociali e residenti nei territori di Campi Bisenzio, Lastra a Signa e Signa, sono state sostenute in quasi quattro anni grazie a donazioni da parte dei Lions. I buoni spesa hanno dato un aiuto importante a persone che attraversavano un periodo di difficoltà socio economica, in contesti comunque conosciuti dai Servizi Sociali, garantendo a famiglie con figli minori o aduli soli in condizioni di povertà, un sostentamento mensile a totale o parziale copertura dei bisogni. A tanto ammonta il bilancio della solidarietà che la Società della Salute fa a conclusione del mandato del presidente e responsabile iniziative per i Lions Club Le Signe, Mario Paoli, che in questi anni ha voluto e fortemente sostenuto la donazione e che nei giorni scorsi ha lasciato la presidenza.

Dai Servizi Sociali della Società della Salute fiorentina nord ovest arriva ora il ringraziamento più grande. “Negli anni abbiamo registrato un apprezzamento altissimo all’iniziativa – fanno sapere dal Servizio Sociale Professionale dell’area nord ovest – Ringraziamo di cuore i Lions e Mario Paoli per la generosità dimostrata in questi anni e per la capacità di comprendere quanto le esigenze delle famiglie nei nostri Comuni siano cambiate negli anni. Paoli ha capito che i buoni alimentari potevano essere la strada giusta per un sostegno concreto e immediato”. I buoni spesa sono stati distribuiti in questi anni dagli assistenti sociali sulla base di un progetto d’intervento individuale e nell’ottica di dare una risposta al bisogno delle famiglie e di sostenerle verso il superamento dello stato di disagio.

Nei casi di particolare gravità è stato necessario concedere più buoni e per più mesi alle stesse famiglie. Talvolta l’assegnazione dei buoni si è sostituita all’erogazione del contributo economico che è stato quindi concesso a favore di altri cittadini. I buoni erogati hanno così permesso alla Società della Salute fiorentina nord ovest di aumentare le risposte di sussistenza.

Fonte: Società della Salute Zona fiorentina nord ovest - ufficio stampa

Tutte le notizie di Signa

<< Indietro
torna a inizio pagina