Il reparto di Oncoematologia Pediatrica in campo per il triangolare della Solidarietà

Una triangolare della solidarietà, un triangolare della speranza organizzato dal reparto di Oncoematologia Pediatrica diretto dalla Dr. ssa Casazza in collaborazione con l’AGBALT (Associazione Genitori Bambini Ammalati di Leucemia e Tumore) e ospitato giovedì 1 agosto dalla società Pisa Ovest presso i campi sportivi di Via Livornese nel quartiere di Porta a Mare.

In campo tre squadre, i rossi che rappresentavano i "Guerrieri" in definitiva i guariti e i futuri guariti e sempre in cura, la squadra blu era formata dai dottori chiamati "Vampiri" coloro che effettuano nei controlli di routine gli esami del sangue ai pazienti e i neri che rappresentano gli "Angeli", squadra formata da amici, fidanzati e parenti dei pazienti. Squadre miste con i campo molti dottori, dottoresse e anche pazienti.

Il triangolare di calcio a sette che si è svolto giovedì scorso al Pisa Ovest però nasce da un idea di un paziente, Andrea Baldini attualmente in cura ed è stato organizzato dalla Dott. ssa Emanuela De Marco. "In precedenza il Dott. Luca Coccoli aveva organizzato un torneo di Beach Volley ma io ero troppo scarso - dice scherzando Baldini - l'ho buttata lì ed ho proposto un triangolare di calcio a sette che grazie anche al Pisa Ovest è stato possibile organizzare. Sono in cura dal 2012 nel reparto di Oncoematologia. A quattro anni dalla malattia ho avuto una ricaduta, ma ora sto meglio in questo reparto mi sento coccolato e questi sono veramente bei momenti per noi che ci sottoponiamo spesso a controlli".

"Ringraziamo il Pisa Ovest e il suo presidente Bruno Fiori, che ci ha ospitato nella propria struttura per una serata che ricorderemo a lungo - afferma Luca Coccoli - che permette a questi ragazzi in cura di ritrovarsi su un campo di calcio e passare una serata in compagnia. Il messaggio da lanciare dopo questa serata è che di cancro si può guarire e che un ragazzo è sempre un ragazzo anche col cancro, quindi gioca, ama e vive. È stato bello per tutti noi, medici familiari e pazienti vederci in una veste nuova. In un reparto come il nostro, il rapporto umano deve contare quanto quello professionale e questa iniziativa è nel solco di questa convinzione", conclude il Dott. Luca Coccoli.

"Per noi ospitare eventi di questo tipo non solo ci lusinga ma ci fa enormemente piacere - ha detto Bruno Fiori presidente del Pisa Ovest - appena il Dott. Coccoli mi ha proposto l'idea di giocare sul nostro campo ho subito accettato a nome della società Pisa Ovest che cerca di essere sempre vicino alla realtà più importanti della nostra città che abbracciano la sfera del sociale".

 

Fonte: Ufficio Stampa Pisa Ovest

Tutte le notizie di Calcio

<< Indietro
torna a inizio pagina