Il Museo Ideale ricorda il Paesaggio di Leonardo con un omaggio ai visitatori

xu_li_paesaggio_leonardo_ispirato_2019_08_04

Per evidenziare l’identificazione del primo disegno sicuramente autografo di Leonardo, con una veduta della Valdinievole e del Padule di Fucecchio dal Montalbano nei dintorni di Vinci, nel 1994 il Museo Ideale Leonardo Da Vinci realizzava con la Zecca dello Stato un’edizione postale dedicata al “Paesaggio del 5 agosto 1473”.

Ogni anno il Museo Ideale ha poi evidenziato questa ricorrenza non solo in Italia, ma anche in occasione di mostre, pubblicazioni e conferenze all’estero: da Atene a Göteborg e Amboise, da Chicago a Tokyo e a Kaohsiung.

Il disegno autografo del “Paesaggio del 5 agosto” è stato esposto quest’anno, a cura dell’Amministrazione Comunale di Vinci, nel Museo Leonardiano, in occasione delle celebrazioni del 500° anniversario della morte.

Già nel 1985, con una conferenza intitolata “La Valdinievole del Buggiano e di Leonardo” (il Buggiano era l’allievo prediletto di Brunelleschi) nel Palazzo Pretorio di Buggiano, Alessandro Vezzosi, poi direttore del Museo Ideale Leonardo Da Vinci, aveva fornito una serie di nuove precisazioni tuttora fondamentali sul disegno del 5 agosto 1473 (pubblicate in suoi libri tradotti in 18 lingue). Dimostrava, fra l’altro, che quel paesaggio non raffigura la valle dell’Arno (come sostengono studi tradizionali), bensì una veduta della Valdinievole e del Padule di Fucecchio dal Montalbano, con il colle di Monsummano in lontananza sullo sfondo.

Quest’anno, lo ha ribadito in una serie di conferenze sul tema “Leonardo: vero e falso” (a Monsummano, Piombino, Pontedera, Prato, Lastra a Signa, Firenze) e in monografie della Casa Editrice Giunti e di UTET Grandi Opere.

Lunedì 5 agosto 2019 il Museo Ideale Leonardo Da Vinci, recentemente riaperto al pubblico, farà anche omaggio ai primi 100 visitatori di una delle storiche e rare cartoline realizzate nel 1994 con la Zecca dello Stato (20 con la raffigurazione del Paesaggio del 1473, 20 con l’escavatrice per la deviazione dell’Arno, 20 con l’Allegoria della navigazione, 20 con San Giorgio e il drago e 20 con la macchina volante).

Nel Museo Ideale Leonardo Da Vinci (nel centro storico) sarà visibile il dipinto dell’artista cinese Xu Li, ispirato al Paesaggio leonardiano; nel Museo Leonardo e il Rinascimento del vino (a Sant’Ippolito in Valle, a 6 km dal centro di Vinci) l’elaborazione di Roberto Giovannelli con un “capriccio” sulle fantasiose interpretazioni virtuali dello stesso Paesaggio.

Fonte: Museo Ideale Leonardo Da Vinci - Ufficio stampa

Tutte le notizie di Vinci

<< Indietro
torna a inizio pagina