Expo Greve Chianti Classico da record, in attesa del 50esimo anniversario

Expo Greve Chianti Classico

Circa 9mila calici venduti, 20mila visitatori in piazza, caratterizzati da provenienze sempre più estese e diversificate, 65 aziende agricole esposte, oltre alle decine di etichette disponibili alla degustazione. Numeri da record e bilancio in crescita, in termini di affluenza, vendite e partecipazione ad uno degli appuntamenti più attesi della regione che mette in mostra qualità, tendenze, innovazione e prospettive del prodotto principe delle terre del Gallo Nero. Si è rivelata un’edizione d’oro quella che ha coronato il quarantanovesimo anno dell’Expo Chianti Classico, nonostante le piogge e l’incertezza delle condizioni climatiche che hanno reso variabile il secondo fine settimana di settembre. Anche quest’anno, con o senza ombrello, in migliaia hanno condiviso il piacere della passeggiata col calice in mano, hanno provato l’esperienza che mette in moto tutti e cinque i sensi, invitandoli a compiere un viaggio unico che miscela cultura enogastronomica, paesaggio e divertimento.

Fare un giro tra gli stand come fosse un viaggio in collina, conversare e prendere contatti diretti con i produttori, ha permesso di scoprire e approfondire i segreti, le tradizioni familiari e il patrimonio di conoscenza custodito dagli imprenditori agricoli. La risposta ha superato ogni più rosea aspettativa. L’Expo di Greve, unica iniziativa espositiva in ambito regionale che riunisce tutti i produttori del Chianti Classico, promossa dagli storici partner Comune e Consorzio del Vino Chianti Classico, in collaborazione con la Regione Toscana, ha sorpreso per la presenza di folle brulicanti. Appassionati ed esperti di vario tipo, giovani estimatori, operatori del mondo enologico, gruppi di studenti del settore alberghiero e turistico e intere famiglie hanno scelto di raggiungere Greve in Chianti, partendo dai paesi europei (Spagna, Francia, Danimarca, Germania) e dai grandi continenti come gli Stati Uniti e l’Australia, per assaporare in una delle più belle piazze italiane profumi e gusto delle eccellenze vinicole del Chianti Classico.

“Anno dopo anno, la rassegna si qualifica e consolida la sua doppia natura – dichiara il sindaco Paolo Sottani – una festa di paese, nata 49 anni fa nel segno di una cultura e di una tradizione popolare che mantiene la cifra originaria, la sua tipicità legata alla civiltà contadina, e al contempo guarda al futuro. L'Expo sposa l’innovazione sostenibile, vede passare il testimone di generazione in generazione, sceglie di affidarsi alla creatività di giovani figli o nipoti che ereditano la passione e i tesori di saperi familiari che non tramontano mai”.

Per l’assessore alla Promozione turistica Lorenzo Lotti “si è respirata un’atmosfera davvero speciale in cui tutto, malgrado il tempo, ha funzionato grazie all’efficienza dello staff e alla collaborazione degli uffici e dei dipendenti comunali: il decoro, la bellezza, l’equilibrio della piazza hanno arricchito la manifestazione che si è svolta nella massima sicurezza in termini di ordine pubblico. Ma il lavoro continua...Conclusa con grande soddisfazione l’iniziativa, ci prepariamo ad allestire il grande evento del cinquantesimo anniversario per il prossimo anno, idee e progetti iniziano a prendere forma. Vi aspettiamo alle celebrazioni del mezzo secolo di vita in cui storia, cultura e tradizioni identificheranno lo speciale compleanno del nostro prodotto simbolo, il vino Chianti Classico”.

Fonte: Ufficio stampa associato del Chianti Fiorentino

Tutte le notizie di Greve in Chianti

<< Indietro
torna a inizio pagina