Picchiato per estorsione a Arezzo, salvato da una passante

polizia_generica2

Volevano soldi per comprare la droga, per questo stavano picchiando un operaio orafo, ma la vittima è stata salvata da una passante. Il fatto è avvenuto a Arezzo, nel quartiere Saione, per la precisione in via Masaccio.

Una 30enne stava passeggiando quando ha visto un gruppo di uomini di origini pakistane picchiare un loro connazionale, risultato poi essere un operaio orafo stabilizzatosi in Italia da molti anni. La donna ha chiamato la polizia che, giunta sul posto, le ha detto di mettersi al riparo e ha bloccato il pestaggio.

Due degli aggressori fermati sono accusati di estorsione e lesioni, entrambi hanno precedenti. È emerso che hanno assalito il connazionale perché si è rifiutato di consegnare soldi che servivano ai due per acquistare droga. La richiesta di denaro, partita inizialmente da 20 euro è poi scesa a quella a 5 euro, ma la vittima non aveva con sé alcuna somma di denaro contante. Allora gli altri, non convinti dalla sua spiegazione, lo hanno picchiato. Fondamentale l'intervento della passante.

Tutte le notizie di Arezzo

<< Indietro
torna a inizio pagina