Giornata europea senza morti sulla strada, all'Enriques un incontro tra studenti e polstrada

thumbnail_edward-1

Nell'ambito della settimana europea della mobilita' che si e' svolta dal 16 al 22 settembre e che ha visto nella giornata del 26 settembre l'evento europeo denominato “Edward” (european day without a road death), abbiamo organizzato mercoledi' 18 settembre presso l'istituto Enriques di Castelfiorentino un incontro tra i nostri studenti e la polizia stradale.

Abbiamo pensato di coinvolgere gli alunni delle classi quinte cioe' coloro che hanno gia' preso o prenderanno a breve la patente di guida e gli alunni delle prime classi che invece hanno iniziato da poco le loro esperienze sulla strada alla guida del ciclomotore.

L'incontro e' stato condotto dal comandante della polizia stradale di Firenze nord Andrea Borghi e dai suoi collaboratori e si e' sviluppato in due momenti. La prima parte e' stata dedicata alla visione di un film la cui storia si svolge in tre paesi europei, Francia,Irlanda ed Italia ed i cui protagonisti, ragazzi adolescenti, si trovano a vivere un evento tragico accaduto sulla strada.

Nella seconda parte dell'incontro invece il comandante ha mostrato foto e filmati di eventi reali che la polizia si trova quotidianamente a vivere sulle nostre strade e spesso provocati da comportamenti dettati dalla disattenzione, dall'elevata velocita', dal mancato uso dei dispositivi di sicurezza, dall'uso ed abuso dei telefoni cellulari, alcool e droghe. Ha infine spiegato che cosa e' un etilometro, come viene usato dalla polizia nel momento dell'accertamento e quali sono i tempi di reazione del nostro cervello, quando in stato di alterazione ci mettiamo alla guida.

Tutto questo per rafforzare gli scopi di “edward” e cioe':

– aumentare la consapevolezza sociale sul fenomeno della mortalita' ed incidentalita' grave sulle strade europee, oggi piu' che mai in aumento;

– richiamare l'attenzione degli utenti della strada sulla necessita' di riallinearsi all'obiettivo europeo della riduzione del 50% del numero delle vittime sulle strade ormai fuori target per il 2020, ma confermato per il 2030;

– dimostrare che, con un ampio sostegno della collettivita', si puo' essere in grado di ridurre il numero delle vittime e dei feriti gravi sulle strade europee.

La platea ha seguito il film con particolare interesse e con attenzione tutte le foto e le slide proposte dal comandante, segnale di un argomento vicino alle loro coscienze, esperienze e magari situazioni vissute da vicino.

Dopo i saluti finali da parte della dirigente, prof.ssa Patrizia Paperetti, della prof.ssa Isabella Bartali, responsabile dell'educazione alla salute all'Enriques e del comandante Andrea Borghi si e' conclusa, con un entusiasmo partecipato, la mattinata con la promessa di ripetere durante l'anno scolastico un nuovo e piu' approfondito incontro sul tema.

thumbnail_edward-3

Fonte: Enriques Castelfiorentino

Tutte le notizie di Castelfiorentino

<< Indietro
torna a inizio pagina