Conoscere per capire la disabilità: indagine tra gli studenti delle superiori di Prato

E’ stato presentato in sala Giunta di Palazzo Banci, il progetto “Conoscere per capire la disabilità”, un’indagine della CUI (Cooperativa Unitaria Invalidi) che sarà condotta nelle scuole superiori della provincia di Prato grazie anche alla collaborazione di vari soggetti. Ad illustrare il progetto il presidente della Provincia Francesco Puggelli, la presidente della CUI Ambra Giorgi, il coordinatore della rete scolastica provinciale Stefano Pollini, Sandro Landucci del dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell'Università di Firenze, Nora Toccafondi dell'associazione Amici della CUI.

“Conoscere per capire la disabilità” è un’indagine statistica tra gli studenti pratesi per capire qual è l’atteggiamento nei confronti della persona disabile. Spesso, infatti, nei giovani come negli adulti emerge l’imbarazzo di “non sapere come comportarsi” perché la persona disabile è ancora percepita come un mondo “altro”, ecco che il confronto può essere difficile, creare tensione e anche scontro.

Il valore del progetto risiede nel fatto che non si rintracciano dati che forniscano conoscenze su atteggiamenti e opinioni diffuse sul tema. “Conoscere per capire la disabilità” nasce proprio dall’esigenza di andare incontro a questi problemi per recuperare attenzione e conoscenza sul tema.

“La scuola della provincia di Prato – commenta il presidente Puggelli - è una scuola accogliente e come amministrazione abbiamo tutta una serie di iniziative e finanziamenti a sostegno dei ragazzi disabili, che vanno dal trasporto a interventi per l’abbattimento di barriere architettoniche. Ma non basta, a fianco degli interventi strutturali, vanno sostenuti anche quelli culturali ed educativi, proprio come questo progetto, che ci fornirà dati e conoscenze per meglio orientare le scelte di tutti noi che abbiamo la responsabilità di fornire le stesse opportunità per tutti, anche ai ragazzi con disabilità.”

L’indagine, che sarà condotta dalla cooperativa CUI, mira a rilevare conoscenze in merito a:

a. le possibilità di conduzione di una vita piena e soddisfacente da parte dei portatori di handicap;

b. le situazioni di svantaggio che le condizioni di ordine fisico, economico, sociale e culturale dell’organizzazione della vita associata oggi comportano per chi si trovi in condizioni di disabilità;

c. le iniziative esistenti e quelle che si ritengano necessarie per rimuovere attivamente tali condizioni di svantaggio.

Collaborano al progetto l’associazione Amici della CUI, il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università di Firenze e gli Istituti superiori del territorio, con il patrocinio della Provincia di Prato, della Società della Salute e del Cesvot, (Centro servizi per il volontariato della Toscana).

L’indagine interesserà tutte gli istituti superiori della provincia di Prato, e si svolgerà attraverso la somministrazione di un questionario cartaceo da compilare personalmente e in forma anonima.

Fonte: Provincia di Prato - Ufficio stampa



Tutte le notizie di Prato

<< Indietro

torna a inizio pagina