Use, esordio casalingo col botto per la Scotti contro Battipaglia

7d586caf-7b2a-430c-a0f1-68c207ca0c81

Da stropicciarsi gli occhi. La rinnovata Scotti si presenta al Pala Sammontana con una prestazione semplicemente strepitosa che frutta i primi due punti stagionali e, cosa che non guasta, un più 25 (79-54) sulle rivali di Battipaglia. Un successo del quale si era avuto già sentore nell'opening day di Chianciano, sensazioni positive che si sono rivelate esatte visto quanto la squadra ha saputo farenella prima fra le mura amiche. Pur con tutte la cautele del caso visto che si tratta della seconda giornata, la squadra pare aver imboccato la strada giusta ed ora si prepara a vivere i dieci giorni che la separano dalla trasferta di Venezia con serenità ed entusiasmo. Dieci giorni che serviranno anche per rimettere in sesto al 100% l'americana Mathias, uscita con una caviglia gonfia nell'allenamento di lunedì sera e scesa in campo grazie alla sua grande caparbietà ed ai 'miracoli' dello staff sanitario biancorosso.
Battipaglia è priva della sua pivot americana e subito viene travolta dalla marea biancorossa. Dopo 4 minuti il coach campano è già in timeout visto che il tabellone segna 10-0 grazie ai canestri di Morris e ad 8 punti consecutivi di Madonna, in serata letteralmente di grazia (chiuderà a quota 28). Appena il tempo di registrare il primo canestro ospite con Gomez Fernandez, che subito arriva un altro 7-0 a firma Stepanova, Mathias e ancora Madonna. Al 10' siamo 23-11 e la seconda frazione è ancora migliore della prima visto che saranno ben 26 i punti a referto. C'è gloria per Manetti che gioca minuti importanti, Ramò e Morris che fissano il punteggio al riposo lungo sul 49-31. Si riparte dopo l'intervallo con l'ex Trimboli e il merito della Scotti è quello di non calare di intensità tanto che Mathias, a 1 minuto dal 30', firma il più 30 (70-40) che diventa 70-42 alla penultima sirena. L'ultima frazione è di gestione, con la Scotti che chiude con un eloquente più 25, un 79-54 salutato dalla standing-ovation del pubblico di casa. Meritatissima.

79-54

USE SCOTTI ROSA
Trimboli 7, Madonna 28, Mathias 7, Stepanova 8, Morris 13, Ramò 10, Malquori, Manetti 3, Narviciute 3, Bastianoni, Ruffini. All. Cioni (ass. Cesaro/Ferradini/Giusti)

O.ME.P.S. GIVOVA BATTIPAGLIA
Tagliamento 19, Galbiati 5, Nori 4, Gomez Fernandez 2, Houser 18, Cremone na, Sasso 4, Scarpato, Mattera, Mazza 2, De Feo. All. Orlando (ass. Delia)

Parziali: 23-11, 49-31 (26-20), 70-42 (21-11), 79-54 (9-12)

Arbitri: Calella, Bonotto e Bettini

. Un successo del quale si era avuto già sentore nell'opening day di Chianciano, sensazioni positive che si sono rivelate esatte visto quanto la squadra ha saputo farenella prima fra le mura amiche. Pur con tutte la cautele del caso visto che si tratta della seconda giornata, la squadra pare aver imboccato la strada giusta ed ora si prepara a vivere i dieci giorni che la separano dalla trasferta di Venezia con serenità ed entusiasmo. Dieci giorni che serviranno anche per rimettere in sesto al 100% l'americana Mathias, uscita con una caviglia gonfia nell'allenamento di lunedì sera e scesa in campo grazie alla sua grande caparbietà ed ai 'miracoli' dello staff sanitario biancorosso.
Battipaglia è priva della sua pivot americana e subito viene travolta dalla marea biancorossa. Dopo 4 minuti il coach campano è già in timeout visto che il tabellone segna 10-0 grazie ai canestri di Morris e ad 8 punti consecutivi di Madonna, in serata letteralmente di grazia (chiuderà a quota 28). Appena il tempo di registrare il primo canestro ospite con Gomez Fernandez, che subito arriva un altro 7-0 a firma Stepanova, Mathias e ancora Madonna. Al 10' siamo 23-11 e la seconda frazione è ancora migliore della prima visto che saranno ben 26 i punti a referto. C'è gloria per Manetti che gioca minuti importanti, Ramò e Morris che fissano il punteggio al riposo lungo sul 49-31. Si riparte dopo l'intervallo con l'ex Trimboli e il merito della Scotti è quello di non calare di intensità tanto che Mathias, a 1 minuto dal 30', firma il più 30 (70-40) che diventa 70-42 alla penultima sirena. L'ultima frazione è di gestione, con la Scotti che chiude con un eloquente più 25, un 79-54 salutato dalla standing-ovation del pubblico di casa. Meritatissima.

79-54

USE SCOTTI ROSA
Trimboli 7, Madonna 28, Mathias 7, Stepanova 8, Morris 13, Ramò 10, Malquori, Manetti 3, Narviciute 3, Bastianoni, Ruffini. All. Cioni (ass. Cesaro/Ferradini/Giusti)

O.ME.P.S. GIVOVA BATTIPAGLIA
Tagliamento 19, Galbiati 5, Nori 4, Gomez Fernandez 2, Houser 18, Cremone na, Sasso 4, Scarpato, Mattera, Mazza 2, De Feo. All. Orlando (ass. Delia)

Parziali: 23-11, 49-31 (26-20), 70-42 (21-11), 79-54 (9-12)

Arbitri: Calella, Bonotto e Bettini

Fonte: Ufficio Stampa Use/Use Rosa

Tutte le notizie di Basket

<< Indietro
torna a inizio pagina