Radioamatori, al concorso Leonardo si ricorda Massimo Lubello

premio_leonardo_radioamatori_2019_10_11___1

Domenica 6 Ottobre 2019, nei locali della sede empolese della Banca di Cambiano di via Chiarugi, ha avuto  luogo la premiazione del Diploma e Concorso "Leonardo da Vinci” organizzato dalla Sezione di Empoli dell'Associazione Radioamatori Italiani giunto alla sua trentanovesima edizione.

Un'edizione particolare quella di questo anno perchè si è svolta nell'anno delle celebrazioni dei 500 anni dalla morte del Genio di Vinci Leonardo, ed anche perché si è voluto ricordare, con questa giornata, Massimo Lubello Presidente della Sezione ARI di Empoli, tragicamente e prematuramente scomparso pochi mesi orsono.

Le autorità locali presenti e la rappresentante, Gemma Giulia Caligiuri, del Ministero per lo Sviluppo Economico, che sovraintende all'attività radioamatoriale, hanno voluto ricordare l'amico Massimo  ed il suo impegno nel far conoscere la meritoria attività dei Radioamatori dando infine merito alla sezione empolese per le varie attività svolte nell'ultimo anno a supporto di varie manifestazioni ed iniziative sul territorio.

Non sono mancate le autorità scolastiche nella persona della dirigente scolastica Grazia Mazzoni che hanno voluto ricordare l'attivtà di promozione svolta dalla Sezione ARI di Empoli  nei vari plessi scolastici, la quale ha riscontrato un notevole interesse da parte degli studenti.

Le toccanti parole della vedova di Massimo Lubello sono state apprezzate, nei loro interventi, dal sindaco di Capraia e Limite Alessandro Giunti, dall'assessore Fabrizio Biuzzi del Comune di Empoli, da Enrico Sostegni consigliere regionale.

Il Presidente della Lega Italiana contro i tumori (LILT) Dot. Alexander Peirano ha ringraziato la Sezione ARI di Empoli per aver voluto devolvere il ricavato del Diploma e Concorso Leonardo da Vinci alla sua associazione.

L'attuale Presidente della Sezione A.R.I. di Empoli , Aldo Rosselli, ha ringraziato, nel suo intervento tutti coloro che sono stati presenti, tra i quali diversi radioamatori di fuori Regione, il rappresentante dell'ARI Toscana, e soprattutto la Banca di Cambiano per l'aiuto che ormai da anni fornisce ai Radioamatori Empolesi per poter svolgere l'iniziativa del Diploma Leonardo da Vinci e per poter contribuire in modo significativo all' attività della LILT .

Un arrivederci alla prossima edizione quella del quarantennale.

Fonte: Ufficio stampa

Tutte le notizie di Empoli

<< Indietro
torna a inizio pagina