Carceri Toscana, Grieco (Uil-Pa) lancia un appello al Ministro della Giustizia: "Vigili sui fondi e presenti un nuovo progetto"

Eleuterio  Grieco

 

"Bellissime parole e importanti dichiarazioni da parte del Ministro della Giustizia oggi sul carcere di Firenze Sollicciano, ma continuano a essere sostanzialmente vuote di concretezza con il passare del tempo"- né da comunicazione il Segretario Generale Regionale della UIL-PA Polizia Penitenziaria Eleuterio Grieco.

"Il Ministro della Giustizia Bonafede sa che nel carcere ci sono persone che soffrono condizioni detentive e lavorative al limite dell’umano avendo lui stesso dichiarato il 18 dicembre 2018 “una situazione grave” durante una visita a sorpresa nel penitenziario di Sollicciano. Ad oggi però nulla è cambiato".

Aggiunge Grieco: "Che dire! Dal nostro punto di vista spendere ancora soldi pubblici su di una costruzione nata male e che presenta gravissimi problemi strutturali anche di cedimento, come il muro di cinta, non è una cosa saggia poiché quantunque si possa rimediare ai danni che presenta l’edificio, lo stesso conterrebbe in sé tutti i limiti funzionali allo scopo rieducativo del reo.

"Condividiamo in pieno il pensiero del sindaco di Firenze Dario Nardella del 14 agosto 2019, quando dice che Sollicciano va riedificato di sana pianta per dare dignità a chi deve espiare una pena e per chi vi lavora- continua Grieco - Ovviamente restiamo esterrefatti oggi nell’apprendere che sarà costruito un capannone nel campo sportivo di Sollicciano spendendo 3 milioni di euro, oppure il costruire un teatro nel carcere di Volterra con una spesa di 1 milione di euro quando anche quel penitenziario ha seri problematiche strutturali e normative".

"Lanciamo un appello al Ministro della Giustizia, che presenti un progetto innovativo di un piano Carceri della Toscana partendo da quello di Grosseto, dismettendo tutte le vecchie strutture e poi, vigili attentamente sui fondi stanziati che più delle volte invece di impiegarli per cose davvero urgenti, sono spesi per costruire vere e proprie cattedrali nel deserto" ha concluso il Segretario Generale Regionale UIL-PA.

 

Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro
torna a inizio pagina