Premio di laurea Giancarlo Guasti: la studentessa Alice Savarino vince la prima edizione

 

Si chiama Alice Savarino la vincitrice della prima edizione del premio di laurea dedicato a Giancarlo Guasti.

Alice Savarino si è laureata in Giurisprudenza, con 110 e lode, in data 15 aprile 2019, presso l’Università degli Studi di Pisa, con una tesi dal titolo “Pluralità di garanti e paradigmi ascrittivi di responsabilità penale - Fenomeni di cooperazione sincronica e diacronica in contesti organizzati”. La tesi affronta con padronanza il complesso problema dell'individuazione di soggetti penalmente responsabili all'interno di contesti organizzati complessi, quali l’attività di impresa e l’attività medico-chirurgica.

La proclamazione della vincitrice si è svolta oggi in aula blu del PIN - Polo Universitario di “Città di Prato”, alla presenza del presidente del PIN, Luciano Baggiani e della commissione, di cui fanno parte l’avvocato Pier Nicola Badiani, il giudice Alessandro Buzzegoli, il professor Maurizio Fioravanti, la dottoressa Gianna Guasti e l’avvocato Veronica Lampadi.

Il premio è stato istituito in ricordo di Giancarlo Guasti, noto avvocato penalista pratese, figura poliedrica e brillante, che, oltre ad essere stato un eccellente professionista, è stato anche autore letterario. La sorella, Gianna Guasti, durante la premiazione, ha donato il libro “L’isola del silenzio” alla vincitrice Alice Savarino.

Il premio Guasti, sostenuto dalla famiglia, con ricorrenza annuale, è destinato a tutti i laureati nell’ambito delle dottrine penalistiche (settore disciplinare IUS 16 e 17) delle tre università toscane: Università di Firenze, di Pisa e di Siena. Alla prima edizione si sono candidati in 14; 6 laureati presso l’Università di Firenze, 5 di Pisa e 3 di Siena.

Fonte: PIN - Polo Universitario 'Città di Prato'

Tutte le notizie di Prato

<< Indietro
torna a inizio pagina