'Chez nous... Le cirque' nell'ordine del giorno del Consiglio comunale, Pd Cascina: "Serve chiarezza"

La vicenda che vede l’amministrazione comunale di Cascina opporsi alla cooperativa “Chez nous… Le cirque”, un’impresa che opera nel sociale, chiede chiarezza, trasparenza e l’impegno su una prospettiva che salvaguardi l’attività e i posti di lavoro.

Per mesi sindaco e giunta hanno ignorato la questione, fino a che non è scoppiata. La cooperativa è alla ricerca di una nuova sede, dopo lo sfratto dagli spazi della Città del Teatro, ma l’amministrazione cascinese è parsa distratta sulla vicenda, proponendo posizioni contraddittorie.

La soluzione prospettata dalla cooperativa era quella di una ricollocazione nell’area dell’Istituto Pesenti. Un’idea condivisa dalla scuola e approvata dalla Provincia di Pisa. Lo scoglio all’attuazione è arrivato con l’iter procedurale in Comune.

Nessuna risposta alle richieste e nessuna valutazione sui materiali documentari arrivati in Comune il 25 giugno e il 13 settembre. Solo dopo una sollecitazione pubblica l’assessore Sbragia ha spiegato che sarebbe stata necessaria la presentazione di un progetto. Una posizione inattesa, dato che nella commissione consiliare dell’11 luglio l’assessore Leonardo Cosentini aveva sottolineato la semplicità dell’operazione per “un’attività particolare non direttamente disciplinata dalle norme” e per cui “la scelta eventuale di andare all'interno degli spazi del Pesenti fa sì che diventi la Provincia il soggetto legittimato a fare le convenzioni ed eventualmente rilasciare le autorizzazioni”.

In questa paralisi decisionale il sindaco reggente Dario Rollo ha rinunciato ad un’analisi di ciò che è accaduto e ha scelto di buttarla in politica, dichiarando ai giornali che “il tempo dei regali agli amici degli amici è finito”. Una dichiarazione espressa mentre Fratelli d’Italia, formazione politica parte della maggioranza che amministra il Comune di Cascina, commentava che “Cascina non deve rinunciare a ‘Chez nous… Le cirque’ fiore all’occhiello per il territorio”.

Per non buttarla in politica, e per pensare a una crescita del nostro territorio, in consiglio comunale chiederemo quali siano stati gli atti amministrativi seguiti alle richieste presentate dalla Cooperativa e quale sia il valore assegnato da sindaco e giunta alle parole di garanzia espresse dall’assessore Cosentini e se, non approvate, come sia sostenibile il mantenimento della carica di assessore parte di Cosentini.

Fonte: Pd Cascina - Ufficio stampa

Tutte le notizie di Cascina

<< Indietro
torna a inizio pagina