PSI Pisa, interrogazione al Comune di Cascina sulla "gestione delle infrastrutture per il trasferimento tecnologico"

 

 

PREMESSO che la Regione Toscana, con l’attuazione della legge in oggetto, intenderebbe valorizzare il raccordo tra sistemi produttivi e ricerca d'impresa promuovendo una forma incentivante finalizzata a razionalizzare le società di gestione delle “infrastrutture per il trasferimento tecnologico” quali i parchi scientifici e tecnologici, gli incubatori di impresa, i laboratori di ricerca industriale, i laboratori di prove e test, i dimostratori tecnologici, che costituiscono forme di reale sostegno per lo sviluppo economico e produttivo di un territorio.

CONSIDERATO che la Regione Toscana ha costituito un fondo da trasferire sottoforma di conferimento di capitale o di prestito partecipativo a favore di un non meglio precisato soggetto gestore cui è assegnato il compito di promuovere un processo di razionalizzazione delle infrastrutture e delle società che, ad esso, debbono essere aggregate a seguito di un necessario trasferimento;

il conferimento di capitale, e la concessione del prestito partecipativo, è subordinato alla partecipazione di almeno tre società localizzate in Toscana quali il Polo Navacchio S.p.A., Pontedera & Tecnologia società consortile a responsabilità limitata - Pont Tech soc. cons. a r.l, Pontlab s.r.l., Consorzio Polo Tecnologico Magona, Lucca Innovazione e Tecnologia s.r.l.

VALUTATO che  nella compagine societaria delle società di gestione di tali infrastrutture, si rende necessaria la permanenza delle amministrazioni pubbliche per la durata di almeno tre anni dalla data di intervento del fondo;

decorso il triennio, dalla data di intervento del fondo, la Regione, in alternativa alla restituzione dell'incentivo erogato valuta la possibilità di convertire lo stesso in partecipazione societaria come previsto dal Testo Unico in materia di società a partecipazione pubblica.

PRESO ATTO che per dare avvio al progetto di razionalizzazione, si rende necessaria la costituzione del  soggetto gestore da deliberare, da parte di ciascuna società di governo delle infrastrutture interessate al trasferimento tecnologico, entro novanta giorni dall’entrata in vigore della legge come pubblicato sul B.U.R.T. n. 40, del 14 agosto 2019;

decorso inutilmente il termine sopraindicato la R.T. impartisce indirizzi per la dismissione della propria partecipazione indiretta alle società Polo Navacchio S.p.A., Pontedera & Tecnologia società consortile a responsabilità limitata-Pont Tech soc. cons. a r.l, Pontlab s.r.l.;

già dal lontano 2009, la Provincia di Pisa, socio di maggioranza, ha ai propri atti una proposta specifica di Polo Navacchio per poter dare avvio ad un soggetto unico di livello provinciale che favorisse le attività di trasferimento tecnologico e la conseguente creazione di nuova impresa;

la proposta avanzata era accompagnato da una dettagliata proposta di ottimizzazione di costi e servizi per valorizzare le esperienze acquisite da ogni soggetto e, in particolare, i risultati ottenuti da Polo Navacchio in termini di servizi offerti e creazione di nuova impresa.

A seguito di quanto esposto, il sottoscritto consigliere comunale Fabio Poli interroga il vice Sindaco reggente per conoscere se:

  • il comune di Cascina intenda autorizzare l'adesione della partecipata Polo Navacchio S.p.A. al nuovo soggetto gestore ancorchè la Regione Toscana, che richiede detta autorizzazione come indirizzo di massima, non ha ancora presentato, a distanza di ben 3 anni, alcuna proposta concreta sulla natura, modalità di funzionamento, e prospettive del soggetto gestore unico;
  • in relazione alla costituzione del nuovo gestore unico, quali potrebbero essere le future prospettive di Polo Navacchio, (compreso un eventuale rischio fallimento) su attività insediate e da insediare, sugli aspetti occupazionali odierni e futuri, sulle ricadute territoriali;
  • ha dato quantomeno avvio ad un necessario confronto con la Provincia di Pisa, quale socio di maggioranza di Polo Navacchio S.p.A.

 

 

 

 

Fonte: PSI Pisa - Ufficio stampa



Tutte le notizie di Pisa

<< Indietro

torna a inizio pagina