Appalto rifiuti, la Cgil: "Applicare Contratto Nazionale senza aumentare la tariffa"

A seguito della sottoscrizione del verbale di intesa con Geofor SpA il 5 settembre scorso le organizzazioni sindacali firmatarie Cgil, Cisl e Uil, dopo aver verificato gli atti di gara, hanno chiesto unitariamente e con urgenza un incontro a Geofor perché era evidente la non congruità della base d’asta rispetto al costo del lavoro.
Nell’incontro che si è tenuto il 28 di ottobre nonostante Geofor abbia comunicato di aver provveduto alla modifica del bando di gara immettendo maggiori risorse economiche, le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil hanno ribadito il rispetto di quanto sottoscritto nel verbale d’intesa.

Le nostre priorità sono e continuano ad essere:
- l’applicazione del Ccnl di settore (Igiene Ambientale)
- il mantenimento dei livelli occupazionali
- la salute e la sicurezza per tutti gli addetti

Dall’altro lato non accetteremo che questa operazione di corretta applicazione contrattuale sia scaricata sulle spalle dei cittadini con l’aumento della tariffa.
Le risorse vanno cercate nella remunerazione delle nuove attività previste, nei margini economici di Geofor e sull’efficentamento del servizio che peraltro già oggi ha un costo eccessivo per la carenza di impianti in grado di chiudere il ciclo dei rifiuti.

Per noi il confronto preventivo con le committenze ha un valore fondamentale, ma deve essere altrettanto chiaro che alle parole dette e sottoscritte devono seguire i fatti.
Continueremo a monitorare e vigilare, ci attiveremo con ogni strumento e mezzo fino a quando ad ogni lavoratore di tutti gli appalti del ciclo dei rifiuti non sarà garantito il posto di lavoro ed il Contratto Collettivo Nazionale dell’Igiene Ambientale.

Filcams Cgil Pisa Cgil Pisa Fp Cgil Pisa

Tutte le notizie di Pisa

<< Indietro
torna a inizio pagina