Prescrizioni farmaceutiche, Omceo: "Difenderemo i medici"

"In questi giorni alcuni colleghi di medicina generale stanno ricevendo contestazioni da parte dell'Azienda Sanitaria Locale perché l'ente ritiene inappropriate alcune loro prescrizioni".

Così il presidente dell'Ordine dei Medici (OMCeO) Pistoia, dott. Beppino Montalti, in merito alle sanzioni inviate ai medici di medicina generale dall'Azienda Usl Toscana Centro negli ultimi giorni.

"Nei due organismi territoriali di valutazione delle sanzioni - sottolinea Montalti - l'OCAP (Organismo Controllo Appropriatezza Prescrittiva) e l'NTE, nessun componente dell'Ordine dei Medici di Pistoia, contrariamente a quanto previsto in delibera, è stato mai convocato né tantomeno è mai stato nominato un nostro rappresentante in questi due organismi. Per questo l'Ordine ha istituito al suo interno un nucleo con il supporto di legali per esaminare tutte le contestazioni inviate ai medici".

"Alla luce di quanto prevede la sentenza della Corte di Cassazione 8254-113 del marzo 2011, che ricorda come '(...) a nessuno sia consentito anteporre la logica economica alla logica di tutele della salute', l'Ordine pistoiese - chiosa Montalti - sarà con  tutti quegli iscritti che abbiano prescritto in modo consapevole e appropriato cercando di essere alleati dei propri  pazienti; allo stesso tempo valuteremo tutte le segnalazioni che ci perverranno sull'operato prescrittivo  di colleghi, rifiutando troppo facili giudizi ragionieristici emessi da soggetti non abituati a decidere in situazioni conflittuali e difficili, quali quelle costantemente vissute e subite dai nostri colleghi, ospedalieri e del territorio".

Fonte: OmceO Pistoia - Ufficio Stampa

Tutte le notizie di Pistois

<< Indietro
torna a inizio pagina