Cadavere nella roulotte, si tratta di omicidio: arrestato il compagno della 40enne

(foto da Facebook)

Ci sono nuovi sviluppi riguardo la morte della quarantenne trovata nei giorni scorsi in una roulotte a Torre del Lago (Viareggio). Il corpo appartiene a Chiara Corrado, originaria di San Giuliano Terme ma residente da anni in Versilia. Il decesso non è avvenuto per cause naturali come si pensava inizialmente, ma a uccidere Chiara Corrado è stato il compagno, che è stato interrogato dal pm di Lucca e ha confessato l'omicidio.

Torchiato per tutta la giornata di ieri, venerdì 22 ottobre, Graziano Zangari è stato arrestato e adesso si trova in cella. Quarantasei anni, originario di un paese in provincia di Cosenza, Zangari avrebbe ucciso la donna tra la fine di luglio e l'inizio di agosto. Aveva una relazione con la quarantenne: dopo l'ennesima lite per motivi di gelosia, la avrebbe colpita alla testa con una mazzetta da muratore e la avrebbe uccisa. Avrebbe poi messo il cadavere nel cellophane e lo avrebbe nascosto nella roulotte, dove è stato trovato pochi giorni fa.

Il fatto sarebbe avvenuto in un box dove lavorava come operaio in un cantiere proprio Zangari, che avrebbe ripulito il tutto e trascinato via il corpo. Il 46enne avrebbe nascosto il cadavere nel mezzo a Torre del Lago e sarebbe partito per la Calabria, dove si trovava fino a poche ore fa. Aveva in mente di comprare la roulotte - di proprietà di un conoscente - per sbarazzarsi del cadavere. Inoltre, a chi chiedeva lumi sul cattivo odore proveniente da quell'area, Zangari rispondeva che si trattava di forme di pecorino.

Tutte le notizie di Viareggio

<< Indietro
torna a inizio pagina