Darsena Europa, il sindaco Conti e l'assessore Bedini rispondono a Livorno

“Tutelare l’ambiente, la costa toscana e gli interessi dei cittadini pisani è un nostro diritto che eserciteremo fino in fondo”. Così il Sindaco di Pisa Michele Conti risponde alle polemiche sollevate dal Sindaco di Livorno e dal deputato livornese PD a seguito della presa di posizione del Comune di Pisa che, attraverso l’assessore all’ambiente Filippo Bedini, aveva annunciato la volontà di finanziare uno studio sull’impatto ambientale della Darsena Europa.

“Derubricare una questione importante e delicata come quella di valutare gli impatti sul nostro litorale dell’opera progettata per il porto labronico a una questione di campanile fra Pisa e Livorno o peggio, come si legge dalle note strumentalizzanti di alcuni onorevoli PD, a una questione fra destra e sinistra, è un approccio sbagliato che non tutela i territori e i cittadini che ci hanno chiamato ad amministrarli. Al Ministro De Micheli, che ho appreso andrà a Livorno per parlare anche di questo, chiedo il suo dicastero si impegni a cofinanziare subito gli studi sull’impatto ambientale che stiamo commissionando. Sarebbe un bel segnale di sensibilità e sguardo complessivo su tutto il territorio da parte del Ministero delle Infrastrutture. L’unico rammarico è che uno studio del genere non l’abbia finanziato chi ci ha preceduto alla guida di Pisa, perdendo così del tempo prezioso per garantire al litorale le dovute tutele”.

L’amministrazione comunale pisana ha infatti annunciato nei giorni scorsi di aver inserito 30 mila euro nel prossimo bilancio di previsione per commissionare uno studio sull’impatto ambientale sul litorale pisano della Darsena Europa, la grande opera che prevede la realizzazione di una serie di infrastrutture invasive nella porzione di mare antistante al porto di Livorno.

“Il deputato di sinistra Romano – aggiunge l’Assessore all’Ambiente del Comune di Pisa Filippo Bedini - molto presente nei salotti televisivi e un po' meno sul litorale toscano, da bravo esponente di sinistra travisa strumentalmente la posizione assunta dall'amministrazione comunale di Pisa, affermando che noi saremmo contro ‘un'opera fondamentale per lo sviluppo della costa toscana’.

Se il suo PD avesse avuto veramente a cuore il bene e il futuro del litorale avrebbe dovuto commissionare 10 anni fa gli studi che oggi vogliamo noi sull'impatto che un progetto come la Darsena Europa potrebbe avere in termini di erosione sulla costa a nord di Livorno”.

“Ricordo a Romano – prosegue Bedini - che con l'accantonamento noi stiamo semplicemente rimediando alla gravissima mancanza di cui è responsabile il Suo partito.

Caro Romano, noi non siamo "contro" niente, ma siamo fermamente a favore della tutela dell'ambiente, dell'economia e della sopravvivenza stessa del litorale pisano nella sua conformazione attuale: abbiamo il dovere, da amministratori, di fare tutto il possibile per prevedere ed eventualmente prevenire gli effetti negativi che l'infrastruttura potrebbe produrre. ‘Contro qualcosa’ è, semmai, chi non vuol usare tutto lo scrupolo necessario in questi casi per la salvaguardia di un ecosistema unico e protetto come quello dalla foce dello Scolmatore a quella del Serchio, approcciandosi al problema alla maniera del Vernacoliere, come ha fatto il sindaco PD di Livorno, affermando che la Darsena Europa ‘migliorerà Tirrenia’”.

Fonte: Comune di Pisa - Ufficio Stampa

Tutte le notizie di Pisa

<< Indietro
torna a inizio pagina