Sesto furto alla tabaccheria Bianchi, la Lega: "Amministrazione lontana dai problemi di Prato"

Ennesimo furto alla tabaccheria Bianchi di Via Catani, per l'esattezza il sesto. Stavolta il colpo è stato messo a segno passando dal negozio accanto. In pratica i criminali si sono introdotti nell'estetica “Lui e Lei” spaccando la porta sul retro ed una volta all'interno hanno fatto due fori nella parete comunicante e sono entrati nella tabaccheria. Il danno è considerevole perché hanno portato via tabacchi, valori bollati e soldi.

"I commercianti non possono più vivere in questo modo - affermano gli esponenti leghisti, Enrico Zucchi e Claudio Baldari. Noi conosciamo i proprietari i quali di fronte a questo ennesimo furto ci hanno contattato per raccontarci e mostrarci cosa gli era successo ma soprattutto per lanciare un grido di aiuto affinché le istituzioni si mobilitino per arrestare questa escalation che sta costringendo sempre più commercianti pratesi a chiudere i battenti. Ricordiamo che solo la scorsa settimana c'è stata una tentata rapina in un centro estetico e altre due rapine".

"L'amministrazione è ora che la smetta di parlare di percezioni e di aggirare tutti i problemi legati a insicurezza e degrado per non affrontarli. Biffoni deve incominciare a dare seguito alle promesse fatte ai pratesi a partire dal potenziamento di organico delle Forze dell'Ordine che annunciò con tanta enfasi all'insediamento del governo Conte 2 - sottolineano i rappresentanti del carroccio".

"È inutile parlare di amore per la propria città in campagna elettorale se poi si lasciano i commercianti abbandonati a se stessi e si fanno chiudere le attività, lasciando campo sgombero a criminalità e degrado" – conclude la nota di Zucchi e Baldari.

Fonte: Lega Prato

Tutte le notizie di Prato

<< Indietro
torna a inizio pagina