Rinviata la cittadinanza di Liliana Segre a Cascina: centrodestra pone emendamenti al Pd

 

Nel Comune di Cascina si sono innescate polemiche sull'assegnazione della cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre. La maggioranza di centrodestra ha proposto degli emendamenti alla mozione del Pd, che di fatto hanno bloccato la discussione facendola rinviare al prossimo consiglio comunale, fissato per martedì prossimo.

Tra gli emendamenti che hanno suscitato più malumore c'è stato quello di abbinare alla cittadinanza onoraria della Senatrice Segre anche quella di un esule istriano.

Nardini (Pd): "Sulla cittadinanza della Segre non c'è nulla da emendare"

"Non bisogna permettere a Ceccardi, Rollo e Company di nascondersi dietro frasi di comodo e disonestà intellettuale. La verità è che faticano a condividere con nettezza e chiarezza qualsiasi iniziativa che comporti un'esplicita denuncia dei rigurgiti filonazisti e filofascisti che oggi riemergono nella nostra società. È più forte di loro: non ce la fanno. Sulla cittadinanza onoraria a una figura del calibro della Senatrice Segre, con la sua storia e il suo valore, non c'è nulla da emendare. Allungano il brodo con altre vicende della Storia, pur drammatiche, per non perdere un pugno di voti di estremisti nostalgici di destra, arrivando a tirare in mezzo con pessimo gusto anche persone che hanno vissuto fatti terribili, come la persecuzione giuliano-dalmata, per pura strumentalità. Si vergognino. Cascina in primavera saprà riappropriarsi della sua storia, mandando a casa questi sedicenti amministratori che ne vogliono avvelenare lo spirito".

Tutte le notizie di Cascina

<< Indietro
torna a inizio pagina