Terzo rinvio per la Commissione d'inchiesta sul Forteto

vicchio_il_forteto

È stata rinviata la convocazione delle Commissioni d'inchiesta sul Forteto e sulle Banche che domani doveva eleggere i rispettivi presidenti. La seduta non ci sarà e la convocazione è slittata a "data da destinarsi". A comunicarlo è stata la presidente del Senato Elisabetta Alberti Casellati spiegando che la decisione è stata assunta "d'intesa con il presidente della Camera". Si tratta del terzo rinvio.


I COMMENTI

Mugnai (FI): "Una vergogna"

"L'insediamento della commissione parlamentare di inchiesta sui fatti del Forteto, convocata inizialmente per domani mattina, è saltato per la terza volta. Le divisioni nella maggioranza hanno prodotto l'ennesimo disastro. Per un problema di poltrone la commissione non si insedia, perché non si riesce a eleggere l'ufficio di presidenza. Ciò impedisce l'inizio dei lavori. E' una vergogna assoluta. Non hanno il minimo rispetto per le vittime che attendono ormai da mesi che il Parlamento inizi i propri lavori su questa drammatica vicenda".

Donzelli (FDI): "Accordo per poltrone blocca la verità"

"Non so se c'è dietro qualcosa di peggiore, nel migliore dei casi l'ennesimo rinvio nell'avvio dei lavori della Commissione d'inchiesta parlamentare sul Forteto è dovuto ad un mancato accordo di poltrone fra Pd e 5 Stelle. E' una vergogna che questi giochetti blocchino la verità e la giustizia per le vittime".
"[...] Tra pochi giorni al Forteto scade anche il commissariamento della cooperativa - ha detto - quello che è accaduto è indecente, inaccettabile e insostenibile".

Tutte le notizie di Vicchio

<< Indietro
torna a inizio pagina