Sicurezza a Firenze, Lega: "Amministrazione incapace o complice"

Federico Bussolin

Si è concluso il Consiglio comunale dove la maggioranza ha bocciato gran parte delle proposte all’ordine del giorno sulla sicurezza presentate dalla Lega.

“La maggioranza ha la coscienza sporca, chiusa nei palazzi e incapace di riconoscere un’emergenza a un palmo dal naso. Respingere proposte concrete come il Taser non fa male alla Lega ma ai fiorentini, perché non si combatte l’illegalità con i fiori– dichiara il Capogruppo del Carroccio Federico Bussolin –”.

“Per la maggioranza – dichiara il consigliere della Lega Luca Tani – la nostra Firenze è sicura, evidentemente vivono altrove: basta leggere le cronache quotidiane dove ogni giorno leggiamo di furti, spaccio, rapine, aggressioni. Firenze non era così è non deve essere tutto questo.

Sul Taser ci preoccupiamo se possa nuocere al delinquente, fregandocene del pericolo in cui si può trovare un agente della polizia municipale.

Abbiamo chiesto di chiudere il Parco delle Cascine la sera e la notte, terra di nessuno dove spacciatori e delinquenti la fanno da padroni. Ci è stato risposto che 500 anni fa la famiglia dei Medici aprì il parco a tutti i cittadini. Oggi possiamo pure dire che i nostri amministratori lo hanno regalato alla malavita. I nostri ordini del giorno – conclude Tani – non erano polemici ma atti a spronare l’amministrazione a fare di più, perché se i risultati sono questi, vuol dire che quello che viene fatto non basta”.

Il consigliere comunale Andrea Asciuti (Lega) evidenzia con grande dispiacere che “ieri la maggioranza ha bocciato pure la proposta di intensificare il controllo contro lo spaccio di droga dinanzi alle scuole. Purtroppo l’amministrazione ignora questo problema così incisivo tra i giovani, e i risultati si vedono: Firenze è tra le prime città per consumo di sostanze stupefacenti”.

 

Fonte: Comune di Firenze - Ufficio Stampa



Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro

torna a inizio pagina