Con Malvaldi, Pedreschi e Ferrari l’avventura dell’informatica italiana a 'Più Libri più Liberi'


"La grande avventura. Storia dell’informatica italiana” è il titolo dell’incontro promosso dalla Pisa University Press a “Più Libri più Liberi”, la fiera nazionale della piccola e media editoria in programma dal 4 all’8 dicembre al centro congressi “La Nuvola” a Roma. L’appuntamento è sabato 7 dicembre, alle ore 17.30, nella Sala Antares, con Gian Luigi Ferrari, Marco Malvaldi e Dino Pedreschi che racconteranno al pubblico la nascita a Pisa dell'informatica italiana e in particolare dell’istituzione dell’insegnamento universitario dell’informatica nel 1969. L’iniziativa si inserisce all’interno del programma di Informatica50 che l’Università di Pisa ha organizzato per celebrare il primo mezzo secolo del suo corso di laurea.

L’evento romano, che prevede anche la proiezione di filmati storici provenienti dagli archivi Rai, sarà l’occasione per presentare un’anteprima del volume in cui l’Ateneo pisano ha raccolto le testimonianze dirette dei protagonisti della nascita dell’informatica, inquadrandola in un periodo caratterizzato da sogni e sognatori, persone che capirono che quello era il momento giusto per alzare la testa e guardare lontano, al futuro.

Il professor Gian Luigi Ferrari, direttore del dipartimento di Informatica dell’Ateneo pisano, e il professor Dino Pedreschi, tra i massimi esperti in Italia di studi sui Big Data, testimonieranno come la nascita e lo sviluppo di computer e software abbiano contribuito alla crescita del nostro Paese. Parleranno di rivoluzione digitale, dei rischi ad essa connessi e delle grandi possibilità che ci offre, in una società che si rispecchia nella propria immagine digitale attraverso i dati e l'intelligenza artificiale.

Lo scrittore Marco Malvaldi darà poi un suo sguardo particolare su questa avventura, di cui ha recentemente scritto nel libro “Sarò Franco. Vita di Franco Turini, executive chef dell'Università di Pisa”, dedicato a uno dei pionieri dell’informatica italiana, a lungo docente all’Università di Pisa. In questo volume, il contributo di Franco Turini all’informatica e all’intelligenza artificiale viene indissolubilmente intrecciato alla sua passione per i fornelli, raccontando come molte delle sue intuizioni geniali lo abbiano colpito proprio mentre cucinava.

Le pubblicazioni della Pisa University Press a “Più Libri più Liberi” saranno esposte allo stand B66-B68.

Fonte: Università di Pisa

Tutte le notizie di Pisa

<< Indietro
torna a inizio pagina