Continua a tremare il Mugello, venti scosse nella notte

C'è ancora molta apprensione nel Mugello per via del terremoto. Continua a tremare la terra, lo sciame sismico non si è mai interrotto: dalla mezzanotte di oggi si sono già verificate 20 scosse con epicentro a Barberino di Mugello. Due le più forti, registrate alle 2:53 e alle 4:32, che hanno raggiunto una magnitudo di 2.1.

Alle 12.30 di oggi, venerdì 13 dicembre, l'assessora alla protezione civile Federica Fratoni sarà al Centro Operativo Comunale di Barberino di Mugello per fare il punto con il sindaco Giampiero Mongatti sul terremoto che ha colpito il territorio appenninico.  Al termine dell'incontro, in via del Pozzo 1, è stato organizzato un punto stampa per dare informazioni aggiornate sullo stato delle cose e le ultime decisioni assunte.

Nei centri di accoglienza stanotte 120 persone

Nei centri di ospitalità allestiti per quanti sono stati colpiti dal terremoto in Mugello, nei comuni di Barberino, Borgo San Lorenzo e Scarperia San Piero, sono state accolte stanotte 120 persone, 37 delle quali nei locali dell'Autodromo del Mugello predisposti dalla Protezione civile della Città Metropolitana di Firenze.
Nella notte di lunedì complessivamente gli ospiti sono stati 473, la notte del 10 dicembre 314, nella notte successiva 282, quindi 120 stanotte.

Alle persone che temporaneamente non potranno rientrare nella propria abitazione saranno proposte sistemazioni alternative in alberghi e strutture ricettive per le quali la Città Metropolitana ha preso contatti anche con Comuni della Piana.

"Ricordiamo - raccomanda Massimo Fratini, consigliere delegato della Protezione civile della Città Metropolitana di Firenze - di verificare sempre che la fonte delle informazioni che circolano in questi giorni, diffuse attraverso i più svariati canali social o gruppi whatsapp, provenga sempre da canali ufficiali ed istituzionali".

Tutte le notizie di Barberino di Mugello

<< Indietro
torna a inizio pagina