As La Serra festeggia 50 anni di passione sportiva

Si è svolta oggi domenica 15 dicembre la festa per i 50 anni dell'associazione sportiva La Serra, fondata nel lontano 1969 nell'omonima frazione di San Miniato per mano dei 4 fondatori storici: Giampaolo Fogli, Giancarlo Nacci (Cinzuppi), Giuliano Mannucci (il nano), Enrico Mannaioni (Ghigo), tre dei quattro purtroppo sono scomparsi.

Tutto ebbe inizio quando una mattina al circolo, leggendo un articolo che parlava dell'inizio del campionato amatori di Empoli, i quattro fondatori dissero: " ma perché non la facciamo anche noi una squadra di amatori?"

Già nel campionato 70/71 la compagine rossoverde è riuscita a vincere il campionato dell'Empolese Valdelsa.

La storia dei colori rossoverdi nasce dalla squadra della Ternana che nel 71/72 era stata promossa in serie A. Poiché i fondatori erano tifosi di squadre diverse e rivali tra loro, fra cui Juventus e Fiorentina, ognuno avrebbe voluto fare le maglie con i propri colori del cuore, quindi optarono per i colori della neo promossa Ternana che mise d'accordo tutti.

All'epoca La serra non disponeva del campo di calcio solo successivamente venne costruito sotto Bucciano ma senza impianti e spogliatoi quindi in casa la squadra era costretta a migrare a Montefoscoli seguita sempre da molti sostenitori nonostante la distanza.

Famosa anche la Coppa Toscana dell'anno seguente che vide sempre la solita formazione scontrarsi con altre realtà regionali , riuscendo ad arrivare nella finale disputata nello stadio di Pistoia contro la vincente del campionato UISP Pisa.

La partita poi riuscirono a vincerla con il risultato di 2-1, ma purtroppo per un cavillo burocratico riguardante l'età di un tesserato permise agli avversari di fare ricorso vincendolo.

La leggenda narra che in seguito gli avversari si fecero vedere a La Serra un paio di volte per prendersi la coppa ma furono ricacciati dal circolo dicendo che il ricorso l' avevano vinto ma la coppa rimaneva a La Serra.

Negli anni 80 continua la storia che vede ogni sabato i ragazzi, sempre di paese, scendere in campo onorando la gloriosa maglia sotto la gestione di Claudio Morelli .

Nei primi anni 90 la prima vera rifondazione, complice una dirigenza di paese ambiziosa che riesce a creare una grande squadra. La gestione tecnica era affidata a Orfeo Quartieri, per tutti Moreno.

Purtroppo quelle stagioni non riuscirono a portare trionfi, si segnalano negli anni solo due quarti di finale e una semifinale che portavano allo scudetto.

Dal 1998 inizia l'era di Maurizio Morelli, ex giocatore e guida tecnica per 18 lunghi anni. Nella sua gestione riesce a coinvolgere tanti ragazzi di paese facendo iniziare a giocare anche ragazzi senza esperienze calcistiche precedenti.

Dal 2006/07 iniziarono i risultati e i meriti con la promozione in A1 e la coppa UISP giocata a Santa Croce con almeno 300 sostenitori in tribuna. Per non parlare dei 18 anni di imbattibilità nello storico derby della Valdegola contro il Corazzano.

Nel 2013 il campionato del cuoio chiude i battenti e la squadra emigra nel campionato Empolese di B1, dopo il primo anno di assestamento inizia la rincorsa e nel giro di 3 stagioni riesce con una doppia promozione ad arrivare in serie A1.

Nel 2015/2016 Morelli lascia la panchina e la conduzione viene affidata a Francesco Lupi giovane allenatore rigorosamente di La Serra.

Il 3 giugno 2017 la squadra arriva a contendersi la finale di Coppa di Lega nel prestigioso stadio Carlo Castellani di Empoli in una partita al cardiopalma contro La Fortuna in cui i rossoverdi hanno la meglio mandando in estasi un paese intero accorso a sostenere i loro ragazzi.

Ai giorni attuali i rossoverdi stanno disputando il campionato di A1 girone B con la guida Alessio Del Bravo.

Dall'estate 2018 ASD La Serra vanta anche una squadra di calcetto femminile che disputa qualche torneo e partite amichevoli nel periodo estivo.

Tutte le notizie di Calcio

<< Indietro
torna a inizio pagina