Presidio Si Cobas a Prato, Bundu e Palagi (SPC): "Difendere la libertà di chi è costretto a farsi sfruttare"

“Questa mattina eravamo a Prato, sotto la Prefettura, per il presidio organizzato dal Si Cobas di Prato e Firenze per le 21 multe da 4.000 € che hanno colpito lo sciopero alla tintoria Superlativa.

Una lotta – spiegano i consiglieri di Sinistra Progetto Comune Antonella Bundu e Dmitrij Palagi –  per ferie e malattia viene colpita “grazie” al Decreto Salvini, la cui abrogazione sembrava essere un obiettivo diffuso, anche a livello locale.

Mentre in Toscana i dati confermano l'espansione della criminalità organizzata e dell'illegalità dei “colletti bianchi”, ecco che si applicano leggi ingiuste a chi si impegna per tutelare la propria dignità.

Cancellare i decreti sicurezza – concludono Bundu e Palagi – è un obiettivo politico che ci vede impegnati anche all'interno del Consiglio comunale di Firenze e sentiamo di dover ringraziare quella classe lavoratrice che oggi, sotto la pioggia, non ha mancato di scandire le parole d'ordine con cui si difende la libertà di chi è costretto a farsi sfruttare per sopravvivere ma non si rassegna allo stato di cose presenti”.

Fonte: Comune di Firenze - Ufficio stampa

Tutte le notizie di Prato

<< Indietro
torna a inizio pagina