Innovazione tecnologica a Seravezza, uso consapevole e miglioramenti per la comunità

 

Rafforzamento delle infrastrutture hardware, sviluppo di applicativi e soluzioni web per agevolare i cittadini nel rapporto con la pubblica amministrazione, miglioramento della connettività sul territorio, in particolare per le scuole e per i residenti nelle aree montane, sensibilizzazione dei giovani e delle famiglie sui rischi legati all'uso non consapevole dei social network. Sono alcuni dei filoni, i principali, lungo i quali si dipana l'attività dell'Amministrazione comunale nel settore dell'Innovazione tecnologica. «In tre anni e mezzo abbiamo potenziato il settore su tutti i fronti, inserendoci a pieno titolo nel percorso di transizione digitale previsto per gli enti pubblici», dice il consigliere incaricato Lorenzo Gabrielli. «Grazie ai nostri investimenti, l'interazione tra l’ente e il cittadino, così come l'hardware e il software, sono profondamente cambiati».

Sul piano infrastrutturale si è investito sia sul potenziamento della connettività sia sulle nuove apparecchiature (computer, server, apparati di backup e sicurezza). «La strumentazione è fondamentale per una buona operatività degli uffici, pertanto la connettività è stato il principale investimento che abbiamo fatto, passando progressivamente da una connessione Adsl di pochi Megabit a una moderna connettività in fibra ottica a 100 Mbit», spiega Gabrielli. «Abbiamo inoltre acquistato connettività per tutte le scuole (alcune ne erano sprovviste) e aggiornato i contratti esistenti. Intendiamo aumentare ulteriormente la connettività in un pacchetto complessivo che consentirà di migrare i nostri servizi verso le sale server della Regione Toscana. Alla fine di questo percorso l’ente avrà fortemente aumentato la banda disponibile rispetto al giugno 2016 (200 Mbit)».

C'è poi la dotazione software. L’investimento più importante, in questo ambito, è stato l’acquisto di un nuovo applicativo per riunire tutti i siti Internet dell’ente in un unico portale, facilmente aggiornabile grazie alle nuove funzionalità eGovernment. «Il sito web del Comune di Seravezza è oggi molto più facile da consultare e da modificare, strutturato in modo da fornire indicazioni sia ad operatori istituzionali sia ai cittadini desiderosi di conoscere la storia o le attrazioni del territorio o segnalare dei problemi», illustra il consigliere Gabrielli. «Il prossimo passo consisterà nella digitalizzazione delle istanze attraverso il Sistema Unico Telematico, in modo tale che i cittadini possano inviare le loro pratiche via web, senza dover ricorrere a moduli cartacei. Questo, assieme al raggruppamento in un unico spazio di tutte le Carte dei Servizi realizzate dall'ente negli anni, consentirà ai cittadini di interfacciarsi con il nostro Comune in modo estremamente più semplice».

Quanto al problematico capitolo della connettività internet nel territorio montano c'è stato di recente un positivo riscontro da parte di operatori nazionali. «Ho interagito personalmente per orientare i loro investimenti verso il nostro territorio montano», dice Gabrielli. «Ci auguriamo di poter annunciare presto l'avvio di un nuovo servizio che permetta a un primo campione di residenti in aree fino ad oggi mal collegate di migliorare la connessione casalinga fino a 30 Mbit».

«Siamo convinti che la tecnologia sia utile per migliorare la vita degli individui e che sia necessario contrastare i nuovi fenomeni di violenza che si manifestano tramite l’uso scorretto dei social media», afferma Gabrielli. «Perciò, fin dall’inizio del 2017 collaboriamo con gli istituti scolastici per sensibilizzare gli studenti e la cittadinanza sull’uso consapevole della tecnologia. Questo percorso ci ha portato a realizzare due incontri presso l’Istituto Comprensivo e recentemente ad aderire al “Manifesto della comunicazione non ostile” promosso da ANCI».

Ai grandi temi con forte impatto sulla qualità complessiva dell'ente si è affiancato per il settore Innovazione tecnologica un quotidiano impegno a supporto di vari uffici. Ad esempio in occasione del trasferimento del comando della Polizia Municipale nella nuova sede (seguendo le attività di allaccio dei servizi informatici), il passaggio all’Anagrafe Nazionale, la digitalizzazione delle varie Carte dei Servizi, l’acquisto di apparati di sicurezza e l'assistenza sui diversi apparati di rete. Con il trasferimento delle sale server presso i poli strategici nazionali, il Comune alleggerirà il carico di lavoro quotidiano e potrà concentrarsi sulla realizzazione di applicativi per modernizzare ancora i propri servizi.

«Questo percorso non sarebbe stato possibile senza il fondamentale apporto di tutti i nostri collaboratori interni ed esterni e, soprattutto, senza l'abile direzione del funzionario di riferimento Carla Ferrari, che ha saputo trasformare le nostre idee in atti amministrativi», conclude Gabrielli. «L’insegnamento più grande per me è stato apprendere che la trasformazione di una qualsiasi idea in un atto amministrativo non è per niente banale, e per questo motivo considero questa esperienza politica un bagaglio di conoscenza che mi porterò sempre dietro».

Fonte: Comune di Seravezza - Ufficio stampa

Tutte le notizie di Seravezza

<< Indietro
torna a inizio pagina