Lavori di bonifica del Parco Guadagnucci a Carrara, approvato il progetto

Sono stati consegnati alla ditta appaltatrice nei giorni scorsi i lavori di bonifica del parco “Elena Guadagnucci”, in località la Grotta, lavori che entreranno nel vivo a brevissimo, dopo alcuni adempimenti burocratici e le verifiche di legge volte ad accertare la presenza di residuati bellici.
L'intervento si è reso possibile dopo che l'assessore all'Ambiente Sarah Scaletti è riuscita a ottenere le risorse necessarie alla realizzazione della bonifica.

Dopo l’approvazione in conferenza dei servizi del progetto definitivo di bonifica, il progetto esecutivo dell’intervento è stato approvato dalla giunta comunale lo scorso ottobre e prevede un intervento da 225mila euro, oltre oneri di progettazione, di cui 214mila euro stanziati dalla Regione Toscana proprio su richiesta dell'assessore Scaletti.
Grazie a questa opera si andranno rimuovere le sostanze inquinanti individuate nel terreno già dal 2003.
Il superamento dei limiti di legge non riguarda il suolo calpestabile né le acque sotterranee ma il terreno sottostante lo strato più superficiale, come attestato dai campionamenti condotti nel 2013.
Nel corso dei lavori verrà totalmente asportato il terreno contaminato, che verrà smaltito in modo appropriato. Il progetto prevede il completo ripristino dell’area piantumando 12 nuovi pini domestici e 12 lecci. I rifugi antiaerei presenti nell'area saranno opportunamente conservati secondo le indicazioni della Soprintendenza.
Il tempo stimato per il completamento dell’intervento è di circa 8 mesi.

"Con la consegna dei lavori di bonifica del Parco chiudiamo il 2019 con un importante traguardo raggiunto. Si tratta di un risultato che riusciamo a conseguire dopo due anni di intenso lavoro nei quali, dopo aver acquisito i risultati della caratterizzazione del sito, abbiamo effettuato le analisi di rischio, eseguito le progettazioni e, soprattutto, reperito le risorse necessarie, sia comunali che regionali, che oggi ci permettono di bonificare un’area pubblica, rimuovendo le sostanze inquinanti rinvenute nel sottosuolo e risolvendo un grave problema ambientale che per troppi anni è stato dimenticato" ha dichiarato l'assessore Scaletti.

“Questo è il primo risultato tangibile in termini di bonifiche conseguito da questa Amministrazione per un’area di propria diretta competenza. Il 2020 sarà un anno importante: oltre alla realizzazione dei lavori del parco, prenderanno corpo i progetti di bonifica della falda e si concluderanno le indagini in corso sull’area residenziale del Viale da Verrazzano. Interventi attesi da molti anni ma che solo negli ultimi due hanno trovato concreta attuazione. Voglio ricordare che l’accordo di programma sottoscritto dal Comune nel maggio 2018 con Regione e Ministero mette a disposizione notevoli risorse, oltre 20 milioni, per poter agire sulla bonifica della falda e dell’area residenziale del Viale da Verrazzano, dando così risposte concrete ad un territorio che ne ha estremo bisogno” ha concluso l’assessore.

Fonte: Comune di Carrara - Ufficio stampa

Tutte le notizie di Carrara

<< Indietro
torna a inizio pagina