Tradizionale uscita di Capodanno per la Canottieri San Miniato

Anche oggi la Canottieri San Miniato ha voluto rispettare la tradizione della uscita in barca il primo giorno dell’anno. Tradizione che viene ripetuta ormai da 25 anni. Enzo Ademollo, proveniente dal circolo fiorentino Canottieri Firenze, approdò a San Miniato e si innamorò del Lago di Roffia fondando la Canottieri San Miniato.

Di buon mattino si sono ritrovati soci e atleti della canottieri e hanno messo in acqua una ventina di imbarcazioni sulle quali hanno vogato circa 50 atleti di tutte le età. La novità di questo evento è la presenza di atleti della Canottieri Limite che hanno voluto testimoniare il legame di amicizia. Altra presenza importante quella di un gruppo di atlete che fanno parte delle “Donne in rosa”.

Poi i partecipanti si sono ritrovati sotto il tendone del bar dove si sono susseguiti una serie di interventi per primo il presidente Ademollo che ha ricordato quanto sia forte la volontà dei canottieri samminiatesi che si sono rimboccati le maniche per risistemare gli ambienti allagati dovuto alla apertura della cassa di espansione. Alla cerimonia ha partecipato anche il Vescovo di San Miniato Andrea Migliavacca assieme all'assessore Loredano Arzilli e al campione Matteo Stefanini.

 

Tutte le notizie di Canottaggio

<< Indietro
torna a inizio pagina