Ironia social su cacciatore morto, polemica su Rosellina Sbrana (Lega)

foto da Facebook

Un post di Rosellina Sbrana fa arrabbiare e discutere. La senatrice leghista toscana - consigliere comunale a Cascina - ha condiviso su Facebook la notizia della morte di un uomo durante una battuta di caccia. Lo ha fatto, però, con una serie di faccine sorridenti che hanno suscitato molte reazioni. Sbrana è da sempre contro la caccia, ma questa sua presa di posizione è stata vista da alcuni come uno 'scivolone'.

Ceccardi infuriata: "Squallido"

Si è espressa l'europarlamentare Susanna Ceccardi, che sempre su Facebook ha scritto: "Ho letto in giro post che ironizzano sulla morte di questo pover’uomo. Scherzare sulla morte di qualcuno non è da ambientalisti, è solo squallido. Solidarietà alla famiglia".

Pieroni (PD): "Sbrana si dimetta"

"La senatrice della Lega Rosellina Sbrana deve dimettersi!
Chi gode, sghignazza ed ironizza sulla morte di una persona non è degna di rappresentare i cittadini in Parlamento. E le dichiarazioni della stessa senatrice, in merito alle "faccine sorridenti" pubblicate su facebook sotto la notizia della morte accidentale di un cacciatore lombardo, sono ancor più allucinanti ed escludono che sia stato un errore di digitazione!
Chi pone gli animali al di sopra della vita umana fa riferimento a gerarchie valoriali distorte, incoerenti non solo col comune sentire ma anche con i dettami costituzionali.
Se poi si ritiene, come mi pare faccia la senatrice Sbrana, che un cittadino dedito all'attività venatoria, nei modi consentiti dalla legge, non sia meritevole di rispetto e possa essere considerato indegno, forse qui abbiamo a che fare con una deriva culturale, tipica di un fanatismo pregiudiziale e pure disinformato.
Il rispetto per gli animali è principio sacrosanto, che condivido, principio ben tutelato dalla legislazione italiana, tra le più protettive e garantiste.
Così come le nostre leggi in materia di caccia sono le più restrittive d'Europa.
La senatrice Sbrana dovrebbe essere orgogliosa di questo e semmai lavorare per migliorare od aggiornare le leggi vigenti, invece di sbellicarsi dalle risate alla notizia della morte di un essere umano. Vergogna!".

Tutte le notizie di Pisa

<< Indietro
torna a inizio pagina