Mattarella a Livorno, quello che c'è da sapere della visita in città

mattarella livorno

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in visita domani, 15 gennaio, a Livorno, incontrerà all'interno del Museo della Città le associazioni di volontariato: Capire un’H, Comunico, Anffas, Autismo Livorno, Paraplegici Livorno, che si occupano di disabilità e che, insieme al Comune di Livorno, hanno pubblicato e messo a disposizione presso il desk del Museo, una serie di guide che “traducono” i pannelli esplicativi disseminati lungo il percorso dell’esposizione, in un modo più facilmente comprensibile da persone con diverse disabilità.

Durante l'incontro i rappresentanti delle associazioni mostreranno al Presidente la guida per la comunicazione aumentativa alternativa, cioè un testo composto integralmente di simboli per chi ha problemi nella comprensione del linguaggio parlato e scritto; e la guida “easy to read”, in un linguaggio appunto facile da leggere, che consiste nella semplificazione dei concetti e nell’uso di parole facilmente comprensibili da chiunque.

Il Presidente Mattarella, sempre all'interno del Museo della Città, incontrerà anche due detenuti della Media Sicurezza della Casa Circondariale delle Sughere, che doneranno al Presidente un modellino dei gozzi del Palio Marinaro.

I due detenuti sono una rappresentanza del gruppo di dodici detenuti che, nell'ambito del progetto “Mi riscatto per Livorno”, svolgono lavori socialmente utili in città e che hanno avuto da alcune ditte (Bikestore, Quattro Ruote, Lumar Impianti, Magraf e Piccolo Birrificio Clandestino) delle biciclette per spostarsi più facilmente e raggiungere in minor tempo i luoghi di lavoro.

Saranno presenti, oltre ai detenuti, il Direttore della Casa Circondariale Carlo Mazzerbo ed il garante dei diritti del Comune di Livorno, Giovanni De Peppo.

Mattarella Livorno, le modifiche al traffico per la visita del presidente della Repubblica

In occasione della visita a Livorno del presidente della Repubblica Sergio Mattarella al Teatro Goldoni e al Museo della Città, vi saranno alcune modifiche al traffico e alla sosta.

Con efficacia per il giorno 15 gennaio nell'arco orario compreso tra le 10 e le 14 è prevista l'istituzione del divieto di transito in via Marradi e in via Cogorano nella corsia riservata ai mezzi pubblici, eccetto i veicoli al seguito del Presidente della Repubblica per il tempo strettamente necessario al loro passaggio;
La viabilità sarà disciplinata dagli Agenti di Polizia Municipale.

Con efficacia per il giorno 15 gennaio dalle ore 7.30 fino al termine della visita sono inoltre previsti:
l'istituzione del divieto di fermata su entrambi i lati in via Enrico Mayer nel tratto compreso tra corso Amedeo e via E. Rossi e in via Goldoni nel tratto compreso tra via E. Rossi e l'area pedonale antistante via E. Mayer, eccetto i veicoli al seguito del Presidente della Repubblica;l'istituzione del divieto di fermata su entrambi i lati in via degli Ammazzatoi, in via del Forte S.Pietro, in piazza del Luogo Pio nel tratto posto come prolungamento di via degli Ammazzatoi e invia del Porticciolo;è individuato quale spazio di sosta per i veicoli al seguito del Presidente della Repubblica il tratto ordinariamente inibito al transito compreso tra l'area verde adiacente a piazza A. Garibaldi e il Fosso antistante viale Caprera.

La sosta dei suddetti dovrà avvenire “in parallelo” nel lato nord, per tutto il tratto compreso tra la carreggiata principale di piazza del Luogo Pio e la cosiddetta Erta dei Risicatori, salvo i 15 metri finali da destinare ad area di manovra.

Giani a Livorno in occasione della visita di Mattarella

Il presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani, mercoledì 15 gennaio sarà a Livorno, in occasione della visita del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella per partecipare al ricordo di Carlo Azeglio Ciampi e visitare la mostra dedicata ad Amedeo Modigliani e gli artisti di Monteparnasse, organizzata dal Comune in occasione dei cento anni dalla morte dell’artista. Lo ha annunciato il presidente del Consiglio quest’oggi in aula.

“Siamo felici di riavere il Presidente nella nostra Regione – dichiara Giani - Sergio Mattarella, con grande sensibilità ha deciso di partecipare al ricordo di Carlo Azeglio Ciampi, e alle iniziative che Livorno e la Toscana gli tributano nei cento anni dalla nascita di questo grande uomo di governo e di Stato” (Carlo Azeglio Ciampi era nato nel 1920, ndr).

Le iniziative organizzate, aggiunge il presidente del Consiglio regionale, sono “un punto di riferimento e un momento importante per tutta la Toscana: sarò presente a Livorno perché la figura di Ciampi, con il suo operato, ancora oggi ci indica l’importanza di riavvicinare le istituzioni ai cittadini”.

Giani ricorda le principali tappe del cursus honorum del ‘grande toscano’: “Figura autorevole al vertice della Banca d’Italia; ministro di spessore assoluto in materia economica, illuminato presidente del Consiglio e quindi indimenticabile Presidente della Repubblica, nel suo modo di interpretare il sentimento di unità nazionale”. A Ciampi, ancora, “si deve la ricorrenza del 7 gennaio, che celebra la nostra bandiera tricolore”, mentre il settennato della sua presidenza ebbe come “elemento di straordinaria rilevanza il rapporto con la gente e con i giovani”.

Fonte: Comune di Livorno - Ufficio stampa

Tutte le notizie di Livorno

<< Indietro
torna a inizio pagina