Cambio al vertice ai carabinieri forestali di Prato: Rutili passa a Piacenza

Il Tenente Colonnello Giampiero Rutili ha lasciato la città laniera per assumere l’incarico di Comandante del Gruppo Carabinieri Forestale di Piacenza, in una provincia posta nel cuore della Pianura Padana ed estesa sette volte quella di Prato ma poco densa al punto da avere quasi i medesimi abitanti.

Dottore Agronomo e Titolato presso la Scuola di Perfezionamento per le Forze di Polizia di Roma, Rutili è stato prima di tutto il responsabile “storico” del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale e Forestale (N.I.P.A.F.), incarico che gli ha consentito di acquisire un’elevata specializzazione in materia ambientale, agroalimentare e forestale.

Moltissime le operazioni di polizia giudiziaria e i controlli interforze che lo hanno visto protagonista. Innumerevoli le informative di reato trasmesse all’Autorità Giudiziaria in materia di gestione illecita dei rifiuti tessili e di altra natura, inquinamento ambientale, “orti cinesi”, tutela degli animali d’affezione e della fauna selvatica. Impossibile non ricordare l’operazione “Lanterne Rosse III” condotta nel 2009 presso numerosi esercizi commerciali gestiti da cittadini cinesi col sequestro di vari quintali di prodotti alimentari scaduti, in cattivo stato di conservazione o con etichettatura irregolare. Senz’altro da citare anche l’operazione “Marco Polo”, svolta nel 2004 con l’ispezione di varie erboristerie gestite da cittadini cinesi e la contestazione di vari illeciti sia di natura penale che amministrativa riconducibili alla detenzione illegale per la vendita di parti di animali e piante protette ai fini C.I.T.E.S. e conseguente loro sequestro.

In questi anni il Ten. Col. Rutili ha svolto anche numerosi incarichi di livello regionale per i reparti del disciolto Corpo Forestale dello Stato operanti Toscana: Funzionario delegato all’Autorità Amministrativa C.I.T.E.S., Responsabile della Sezione regionale di Analisi del Crimine Ambientale, Referente regionale per i controlli nel settore agro-alimentare, nel settore dei rifiuti e nel settore dei fitofarmaci, Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione.

Dal 2017, dopo essere stato Comandante Provinciale del disciolto Corpo Forestale dello Stato per 6 mesi, il Ten. Col Rutili ha assunto l’incarico di Comandante del Gruppo Carabinieri Forestale.

In possesso di una preparazione professionale tecnica e giuridica non comune per vastità completezza e approfondimento, il Ten. Col. Rutili ha mostrato anche eccezionali doti umane. Sempre pronto ad aiutare i colleghi e tradurre in realtà concreta il motto che vuole l’azione di comando essere “sacrificio di provvedere e non già cupidigia di potere”. Doti che gli hanno consentito di guadagnarsi il più sincero affetto da parte di tutto il personale che ha operato a Prato.

Il Comando del Gruppo Carabinieri Forestale di Prato è stato affidato al Tenente Colonnello Stefano Cipriani che mantiene anche l’incarico di Comandante effettivo del Gruppo di Pistoia.

Tutte le notizie di Prato

<< Indietro
torna a inizio pagina