Fatti un libro, letture incentivate a Empoli con l'arrivo di noti autori

Giovedì 16 gennaio quasi 500 studenti delle scuole di Empoli incontreranno, agli Agostiniani, l’autore per ragazzi Gabriele Clima.

La Biblioteca comunale “Renato Fucini” di Empoli, in collaborazione con alcune delle scuole secondarie di secondo grado della città (Liceo Scientifico “Pontormo”, Liceo Artistico, Classico e Linguistico “Virgilio”, ITIS “Ferraris Brunelleschi”) ha organizzato per l’anno scolastico 2019/2020 un nuovo progetto di promozione della lettura. Si intitola “Fatti un libro” e si aggiunge a quelli già sperimentati negli anni precedenti, come il progetto di rete “Leggere per Leggere” (rivolto alle scuole secondarie di primo grado) e il Festival Leggenda, che arriva quest’anno alla sua terza edizione ed ha favorito l’incontro con gli autori di migliaia di alunni e studenti empolesi.

Il progetto parte da un obiettivo: portare i libri a scuola per portare poi i lettori fuori dalla scuola, specialmente in biblioteca, dove avranno l’opportunità di confrontarsi su ciò che hanno letto direttamente con chi lo ha scritto.
Si ritiene infatti che l’incontro con l’autore sia sempre un’esperienza positiva, vitale, fertile e entusiasmante, soprattutto se gli studenti hanno già letto il libro dell’autore e lo trasformano quindi in “qualcosa di vivo”, anche tramite rielaborazioni come riscritture, illustrazioni, video ecc.

Il progetto è stato accolto con entusiasmo dalle classi prime e seconde delle scuole coinvolte, che hanno “votato” quattro autori italiani tra i circa venti proposti dalla Biblioteca comunale.
Gli autori scelti sono Gabriele Clima, Guido Sgardoli, Giacomo Mazzariol e Antonio Ferrara.

Quattro autori, otto titoli e una grande sfida: leggere almeno un titolo al mese da dicembre ad aprile (oltre alle letture curriculari proposte dalla scuola), partecipare - in orario e ambiente extra-scolastico - ad un gruppo di lettura sulle letture fatte per ottenere infine il “premio” di incontrare di persona l’autore appena conosciuto.

Domani nel Cenacolo degli Agostiniani di Empoli, i ragazzi incontreranno Gabriele Clima, di cui hanno letto due romanzi “Il sole tra le dita” e “La stanza del lupo”. I titoli sono stati scelti perché affrontano tematiche molto vicine alla vita quotidiana degli adolescenti: il rapporto con la famiglia e con le regole, la gestione delle emozioni, la definizione della propria identità, la ricerca di autonomia e l’autostima.

Il sole fra le dita racconta la storia di Dario e Andy, due ragazzi molto diversi ma allo stesso tempo molto simili: Dario, con un carattere difficile e Andy, con un grave problema di mobilità.

Dario ha 16 anni. Da quando il padre ha abbandonato la famiglia, vive con la madre ma il loro è un rapporto privo di dialogo. A scuola, dopo l’ennesima bravata, il preside decide di assegnarlo per punizione al servizio di assistenza a uno studente portatore di handicap. È così che Dario conosce Andy. Dopo un inizio complicato, i due ragazzi trovano un modo per comunicare e Dario decide di portare Andy a spasso senza avvertire nessuno.

Il preside, accortosi della fuga, avverte la polizia e la situazione degenera; Dario si spaventa e scappa con Andy al seguito. Ha inizio un viaggio picaresco, fatto di incontri strampalati e carrozzine a motore. Dario è alle prese con le necessità elementari di Andy che dipende in tutto da lui. La famigliarità tra i due cresce, la complicità pure e Dario scopre di saper leggere nel mondo segreto di Andy.

Dario decide di approfittare del viaggio per rintracciare suo padre, ma l’incontro si rivela una delusione, il genitore non è altro che un adulto–adolescente. Lo shock dell’incontro rende però il ragazzo consapevole di quanto sia importante essere responsabili delle proprie azioni e decide quindi di fare ritorno a casa. Dopo l’iniziale sconcerto, i genitori di Andy si accorgono che l’avventura appena trascorsa e il legame tra i due ragazzi hanno permesso al figlio progressi insperati che nessun’altro prima era riuscito ad ottenere.

“La Stanza del lupo” racconta di Nico e del lupo che abita la sua stanza, i suoi luoghi e soprattutto i suoi umori. Nico ha 16 anni e, come diversi ragazzi e ragazze della sua età, cova rabbia e risentimento tali che esplodono inavvertitamente come geyser.

Le eplosioni migliori di Nico sono quelle che travolgono le pareti della sua stanza disegnate in penna nera con le immagini dettate dalla rabbia e dalle visioni del lupo di Nico. Veri capolavori dell’inconscio che il padre sistematicamente fa ricoprire ogni volta con una mano di vernice, ottenendo l’effetto di spostare l’esplosione dei gayser su ben altri obiettivi. E’ qui che appare il lupo. Il lupo è fuori di Nico ma, lo avrete capito, il lupo in realtà è dentro Nico, il lupo E’ Nico.

Gabriele Clima è nato a Milano nel 1967. Scrittore e illustratore per ragazzi, ha pubblicato moltissimi libri per diverse fasce d’età, dalla prima infanzia alla narrativa per giovani adulti. Tiene incontri e laboratori nelle scuole sulla lettura e la scrittura, proponendo la letteratura per ragazzi come strumento per leggere e comprendere la realtà contemporanea. Le sue storie toccano spesso tematiche sociali quali il disagio, la diversità, l’integrazione, l’immigrazione. È membro dell’ICWA, Associazione Italiana Scrittori per Ragazzi. I suoi libri sono stati tradotti in una quindicina di lingue. Il sole fra le dita ha vinto il premio Andersen 2017 come miglior libro oltre i 15 anni, ed è entrato nella selezione IBBY dei 50 migliori libri al mondo che parlano di disabilità.

Il progetto si lega ad un’ulteriore proposta di promozione della lettura, rivolta in questo caso agli adulti ma incentrata sulla letteratura per ragazzi, “Leggere da ragazzi”.

Il potere delle storie e della narrazione incide sulla crescita e sull’evoluzione dell’individuo fin dalla più tenera età. Le storie lette in particolare durante l’adolescenza hanno un riverbero più significativo, che i genitori, gli insegnanti e gli adulti che hanno a che fare con i ragazzi dovrebbero tenere presente e utilizzare come aiuto nella relazione adulto/ragazzo.

Per questo, personale specializzato in pedagogia e letteratura per ragazzi si metterà a disposizione degli interessati, a partire da mercoledì 22 gennaio alle ore 17.00 per condividere i libri che si ritengono più incisivi per trattare le tematiche dell’età evolutiva.

Leggere da ragazzi aiuta anche a guardare il mondo e l’attualità con un altro punto di vista.

Gli appuntamenti di questo gruppo di lettura sono gratuiti ed aperti a tutta la cittadinanza. La partecipazione richiede la prenotazione.

INFO E PRENOTAZIONI (solo per evento di mercoledì 22 gennaio)
Biblioteca comunale “Renato Fucini” – Sezione ragazzi “L’Isola del Tesoro”
0571/757873 ; biblioteca@comune.empoli.fi.it

Fonte: Comune di Empoli - Ufficio stampa

Tutte le notizie di Empoli

<< Indietro
torna a inizio pagina