Alloggi comunali pericolanti sgomberati a Pisa

Gianna Gambaccini

È stata disposta la liberazione urgente di un immobile di proprietà comunale in via Garibaldi destinato ad abitazioni ERP in quanto pericolante. La Giunta comunale, infatti, ha deciso di procedere con la comunicazione ai residenti di allontanarsi con la massima urgenza dalle rispettive abitazioni. Agli aventi titolo saranno proposte case ristrutturate e adeguate che ordinariamente sarebbero state utilizzate per l’assegnazione ordinaria, la mobilità, l’assegnazione in emergenza abitativa.

«Confermiamo il nostro impegno puntuale e attento alle situazioni abitative nel Comune di Pisa – spiega l’assessore alle politiche abitative Gianna Gambaccini - e questa è una situazione di gravissima emergenza poiché ci siamo trovati di fronte a un edificio di proprietà comunale inagibile e inabitabile per gravi carenze. Una situazione nota almeno dal 2014 e che una nuova perizia di Apes del 2 gennaio scorso ha confermato. Pertanto, abbiamo provveduto all’allontanamento dei nuclei familiari che vivono all’interno e abbiamo dato mandato ad Apes di individuare gli alloggi di edilizia popolare per accoglierli e di intervenire sulle gravi carenze strutturali dell’edificio che necessitano di interventi di consolidamento da farsi ovviamente in assenza di persone e cose».

Nel dicembre scorso si era sviluppato un incendio nell’edificio che lo aveva in parte danneggiato e da cui era risultato lo stato di cattiva manutenzione dell’intero palazzo. Spetterà al gestore APES verificare le condizioni complessive dell’immobile ed effettuare gli interventi che eliminino il pericolo che si è venuto a creare per la pubblica e privata incolumità.

 

Fonte: Comune di Pisa - Ufficio Stampa

Tutte le notizie di Pisa

<< Indietro
torna a inizio pagina