Arrestati due trafficanti di droga con base a Vernio

A conclusione di una laboriosa indagine i carabinieri di Vernio hanno arrestato ieri due spacciatori marocchini che avevano scelto il piccolo comune della provincia quale quartier generale dei loro traffici illeciti. I due, rispettivamente di 21 e di 28 anni, erano convinti che fuori dall’ambito dei grossi centri e fingendo di esercitare il mestiere di venditori ambulanti, avrebbero potuto passare inosservati.

Erano perfino arrivati ad affittare, due diverse abitazioni entrambe nel comune di Vernio. La prima in frazione Sasseta, nella quale conducevano una vita normale ed apparentemente lontana da alcuna forma di illegalità, la seconda nella più remota e nascosta località Cavarzano, lontana dai traffici e dalla curiosità della gente. Qui invece tenevano attiva una fiorente attività di smistamento di droga in un contesto ambientale ideale per incontri riservati con complici e compratori.

La scelta di condurre due case, oltre che per disorientare eventuali indagini, era stata preordinata anche per dirottare sull’abitazione c.d. pulita eventuali controlli o perquisizioni delle forze dell’ordine, preservando così l’abitazione di Cavarzano. Ma le indagini dei militari della Stazione erano andate comunque avanti e non era sfuggito che l’auto in uso ai due arrestati fosse stata notate più volte in prossimità dei due obiettivi. L’operazione è quindi scattata quando si è avuta contezza che i due fossero attivi nel loro traffico, tanto che la perquisizione eseguita dai militari ha permesso di rinvenire circa 20 grammi di cocaina, nonché una completa attrezzatura per il confezionamento di ingenti quantitativi di stupefacente. Ma anche il tenore di vita dei due arrestati, rapportato alla circostanza che di fatto non svolgono alcuna attività lavorativa costituisce forte indizio del fatto che vivessero di proventi illeciti, tanto che sono stati trovati in possesso di una consistente somma di denaro in banconote di piccolo taglio delle quali non hanno saputo giustificare la lecita provenienza.

Da ieri sono ristretti nel carcere di Prato.

Tutte le notizie di Vernio

<< Indietro
torna a inizio pagina