Alternanza scuola-lavoro: medici e infermieri in campo nelle scuole fiorentine

È iniziato nei giorni scorsi il programma di alternanza scuola-lavoro nato con l’obbiettivo di far conoscere ai giovani il mondo sanitario. Il programma prevede due sessioni, una teorica e l'altra pratica che coinvolgono 40 ragazzi delle scuole superiori. Il progetto è frutto del gruppo di lavoro formato dall’Ordine provinciale dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri di Firenze, dall’Ordine delle Professioni Infermieristiche interprovinciale di Firenze-Pistoia e dall’AOU Careggi, con l’obiettivo di orientare e far conoscere ai giovani il mondo sanitario, che include molteplici professionalità, come medico e infermiere, ognuno con ruoli specifici e ben caratterizzati.

Appuntamenti pensati per parlare del lavoro del medico e dell'infermiere come alleanza strategica per il raggiungimento degli obiettivi di salute. La giornata di apertura “Medici ed infermieri professionisti della sanità” si è tenuta lo scorso 15 gennaio e ha visto l’intervento di Teresita Mazzei presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Firenze, Nicola Armentano Consigliere del Comune di Firenze, Cinzia Beligni dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche Interprovinciale Firenze-Pistoia, Laura D'addio dell’AUO Careggi e  referente del progetto per l’Ordine dei Medici di Firenze.

Curare e prendersi cura sono due aspetti diversi e fondamentali dell’attività sanitaria che il giovane studente deve tuttavia comprendere e distinguere a fondo per avere la possibilità di fare una scelta nelle proprie corde. Per questo il progetto si divide in due sessioni durante le quali vengono effettuate simulazioni e visite mirate: una teorica destinata allo sviluppo di competenze trasversali e una pratico-clinica dedicata all’orientamento al mondo del lavoro. Punto focale del progetto è la presentazione del binomio medico-infermiere, figure indivisibili all'interno della sanità ma con pari dignità ed autonomia, perché orientate verso un unico obiettivo: il paziente.

Fonte: Ufficio stampa Opi Firenze-Pistoia

Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro
torna a inizio pagina