Nuovo stadio a Pisa, iniziata la discussione della Variante Urbanistica

(foto gonews.it)

Iniziata questa mattina, in Comune, con la prima riunione della Commissione Urbanistica comunale, la discussione sulle osservazioni proposte dalle forze politiche,  associazioni e cittadini sulla variante urbanistica cioè al provvedimento dell’Amministrazione del Comune di Pisa, guidata dal Sindaco, Michele Conti, per il nuovo Stadio cittadino. Presenti, tra gli altri, alcuni rappresentanti della Fiab, di Legambinte e gli assessori comunali  all'urbanistica, Massimo Dringoli e ai lavori pubblici, Raffaele Latrofa.

“Questa variante  - ha così commentato il consigliere Maurizio Nerini (noiadessopis@ -fdi) che è anche Presidente di questa Commissione Urbanistica - è molto importante. Questa variante è infatti un progetto che inciderà per molti anni non solo sul quartiere di Porta a Lucca, ma sull’intera città. Nei prossimi giorni analizzeremo serratamente le 65 osservazioni su questa Variante che sono state presentate e analizzeremo tutte le controdeduzioni degli uffici comunali esprimendo i pareri della Commissione Urbanistica,  per preparare così il voto definitivo e consapevole  del Consiglio Comunale come massima espressione della democrazia. Spero che il voto del Consiglio Comunale – ha coì concluso Nerini - possa avvenire prima della fine del prossimo mese di Febbraio dando così il via al progetto del nuovo Stadio”.  

“Con la riunione della Commissione Urbanistica di questa mattina – ha poi aggiunto Alessandro Bargagna  capogruppo in Consiglio Comunale della Lega - parte l’ultima parte del lavoro per il nuovo Stadio. Siamo fiduciosi che le forze politiche di opposizioni facciamo un lavoro costruttivo e non un ostruzionismo che vuol solo ritardare l’approvazione di questo un progetto che è, com’è noto, molto importante per la città ed anche per la nostra squadra di calcio. Siamo quindi fiduciosi di poter andare al voto in Consiglio Comunale molto presto”.

“La Variante Stadio – ha poi sottolineato il consigliere del M5S,  Alessandro Tolaini  - è l'unico atto della precedente Amministrazione che trova quella attuale concorde per portarlo a definizione. Dal nostro punto di vista sarebbe stato più interessante fare una riflessione su aree alternative a quella di Ospedaletto , garantendo comunque agli investitori la sostenibilità dell’intervento senza appesantire il tessuto urbano di Pisa Nord che da sempre soffre della presenza dello Stadio. Ormai le scelte sono state fatte....Sono parzialmente favorevole a questa Variante Urbanistica: oltre allo stadio deve principalmente diventare l’occasione per riqualificare il quartiere di Porta a Lucca e in particolare la zona di Via Ugo Rindi. La più grande preoccupazione è che lo Stadio cittadino venga riqualificato confermandolo dov’è attualmente, con l’introduzione di una superficie commerciale importante perché è una soluzione le cui ricadute saranno purtroppo valutabili  solo nel tempo, oltre alle problematiche inerenti al cantiere che peseranno sul quartiere per alcuni anni. Da tifoso e sportivo sono attratto e affascinato dall'idea di dare una nuova "casa" alla nostra squadra in previsione futura, ma alcuni aspetti come quello della mobilità avrebbero dovuto essere oggetto di valutazioni più approfondite, in maniera globale. Una città che funziona meglio fa diventare tutto più bello e attrattivo. Spero che il lavoro della  Commissione Urbanistica – conclude Tolaini -  per la valutazione delle Osservazioni alla Variante urbanistica porti un contributo reale alla nostra città”. 

“Noi non siamo certi contrari alla Variante – ha, infine, commentato il consigliere comunale del Pd Marco Biondi - ma non concordiamo con il metodo con cui questa amministrazione l’ha portata avanti. A noi interessa la qualità della vivibilità  e della riqualificazione del quartiere per i cittadini che vi vivono. Sarebbe stato opportuno vedere il progetto dello stadio e non rimandare a dopo, facendo una variante a scatola chiusa senza conoscere l’intervento generale e le opere a contorno. Ad oggi non sappiamo quali opere saranno fatte per migliorare la Qualità del quartiere. Sono arrivate numerose osservazioni – conclude Biondi - e credo che sia opportuno valutarle attentamente tutte con pari dignità e con competenza”.

La prossima e seconda riunione di questa Commissione su questa Variante Urbanistica si terrà, in Comune, giovedì prossimo, 23 gennaio, alle  17.

Fonte: Consiglio Comunale di Pisa - Ufficio Stampa



Tutte le notizie di Pisa

<< Indietro

torna a inizio pagina