Oltre 250 candidati alla Borsa Mercato Lavoro di Prato


20 aziende, oltre 200 posizioni aperte e più di 250 persone partecipanti alla Borsa Mercato Lavoro di Prato.

Sono questi i numeri dell’edizione 2020 dell’evento firmato Ente Bilaterale del Turismo Toscano che, dopo 10 anni, torna in città per una mattinata interamente dedicata all’incontro fra la domanda e l’offerta di lavoro nel turismo.

Dopo il taglio del nastro alla presenza delle Istituzioni, l’Auditorium della Camera di Commercio di Prato ha aperto le porte ai candidati che hanno potuto presentare il proprio curriculum alle aziende con la volontà di trovare occupazione nel mondo del lavoro sul territorio pratese.

Chef, aiuto-cuochi, camerieri e responsabili di sala, barman sono state le figure più ricercate per i pubblici esercizi, affiancate a portieri e receptionist per le strutture ricettive, addetti al front office per agenzie di viaggi e tante posizioni aperte per le società di animazione ed eventi.

Presente insieme alle imprese, il Centro per l’Impiego di Prato che ha ricevuto le candidature per le offerte proposte.

Un risultato soddisfacente, quindi, quello ottenuto dalla Borsa Mercato Lavoro 2020 che riparte con dati positivi rispetto alle possibilità di inserimento e guarda al futuro con buone prospettive di sviluppo per il settore.

L’iniziativa è stata realizzata con il patrocinio di Ente Bilaterale Nazionale del Turismo, Regione Toscana e Comune di Prato e in collaborazione con Federalberghi, Fipe – Confcommercio, Fiavet Toscana, Rescasa, Faita, Filcams CGIL, CIL Fisascat, UILTuCS Toscana.

“Riportare la Borsa Mercato Lavoro a Prato dopo 10 anni è in linea con il percorso di sviluppo turistico che il territorio vuole intraprendere – afferma Tiziano Tempestini, direttore di Confcommercio Pistoia e Prato.

Iniziative come questa che si occupa di reperire risorse umane per le aziende, sono indispensabili nell’ottica di una crescita delle imprese turistiche.

Sebbene sia prematuro dire se la manifestazione avrà una ricaduta in termini di assunzioni, la prima esperienza dopo tanti anni può essere definita un successo sia dal punto di vista del numero di attività che hanno aderito, sia da quello dei tanti partecipanti che si confermano in linea con le aspettative”.

Fonte: Confcommercio Pistoia e Prato



Tutte le notizie di Prato

<< Indietro

torna a inizio pagina