Travestiamoci d'arte, ecco il tema del Carnevale dei Bambini di San Miniato

(foto gonews.it)

Tre eventi e tanta arte a San Miniato durante il carnevale per grandi e piccini. Si parte sabato 15 con una merenda particolare, si passa al Giovedì Grasso e si arriva al gran finale con l'evento del 23. 'Travestiamoci d'arte' è il tema del Carnevale dei Bambini e assegna ai più 'artistici' tre premi alle tre maschere migliori nella sfilata del 23 febbraio. Chi si avvicinerà nella maniera più consona a quadri o opere di artisti famosi, riceverà il riconoscimento. La tradizione si rinnova grazie al lavoro della Pro Loco col patrocinio del Comune.

Il programma del 23 febbraio prevede un ritrovo in piazza del Popolo, la sfilata per le vie del centro con la musica della Showband Del Bravo e alla fine la premiazione. Saranno assegnati un piatto di ceramica e un disegno del pittore Luca Macchi alle maschere singole, mentre un cesto alimentare al miglior gruppo mascherato. Possono partecipare tutti, sia singoli che gruppi. A tutti i bambini sarà dato un riconoscimento, i premi sono per la gara degli adulti. In questa giornata, almeno il pomeriggio, il centro storico sarà chiuso al traffico.

Il carnevale inizia già alle 17 del 15 febbraio all'Aula Pacis con i bambini protagonisti: merenda e intrattenimento col mago Pollonio. Sempre all'Aula Pacis il 20 si terrà il Giovedì Grasso organizzato da Atelier Shalom. "Basta essere allegri per partecipare, non importa la maschera. Ringrazio anche le scuole che hanno creato i cartelloni per abbellire il centro storico durante il Carnevale", ha detto Matteo Squicciarini.

"La festa dà vitalità, ha carattere familiare ma è molto importante per la comunità. Cerchiamo di portare avanti una tradizione che dura dagli anni Cinquanta. Quest'anno abbiamo anche chiamato la filarmonica di La Scala. Abbiamo coinvolto i negozi del centro, faranno una vetrina a tema carnevalesco" ha continuato la presidente della Pro Loco Nicoletta Corsi.

Proprio Corsi, assieme a Squicciarini, ha consegnato al sindaco Simone Giglioli una tessera della Pro Loco nella bella cornice della cappella di Sant'Urbano lungo la Via Angelica. Il primo cittadino ha concluso: "Sono felice di questa iniziativa che mette assieme tante realtà della città. È una bellissima tradizione, ma ha sempre avuto nuova linfa grazie alle persone che ci stanno dietro. Rende il centro storico più vivo e sicuro".

Gianmarco Lotti



Tutte le notizie di San Miniato

<< Indietro

torna a inizio pagina