Aggrediscono arbitro, multa e sette giocatori della Sinalunghese squalificati: il capitano fuori fino al 2024

Durante la Atletica Castello-Sinalunghese disputata sabato scorso e vinta dalla formazione locale per 3-2, l'arbitro del match è stato schiaffeggiato, spintonato e addirittura raggiunto da un pugno in testa. Oggi il giudice sportivo ha reso note le squalifiche, tutte nei confronti di giocatori della formazione senese che milita nel campionato Juniores regionale per atti di violenza e offese. Al capitano della squadra è stata inflitta la punizione più severa, quasi 5 anni di squalifica: potrà tornare sui campi dopo il 13 dicembre 2024. La punizione è stata inflitta per aver "sferrato due colpi sulla spalla dell'arbitro, per averlo poi colpito sul volto con un forte schiaffo e per essere stato ritenuto responsabile, come capitano, di atti di violenza commessi da un altro calciatore nei confronti del direttore di gara". Non è però stato individuato l'autore del pugno alla testa che potrebbe portare ad una riduzione di pena per il capitano. Alla Sinalunghese sono stati inoltre squalificati per tre giornate due tesserati, e altri tre per due o una giornata. La società senese è stata multata di 500 euro per gravi episodi di contestazione aggressiva nei confronti dell'arbitro da parte di alcuni tesserati non identificati.

Tutte le notizie di Calcio

<< Indietro
torna a inizio pagina