Si vive una volta sola: Verdone, Tortora e Papaleo si raccontano

L'essenza dell'amicizia nella nuova pellicola di Carlo Verdone


'Si vive una volta sola' è l'ultimo film diretto da Carlo Verdone, il ventisettesimo a quarant'anni dall'uscita di 'Un sacco bello'. Il regista e attore romano ha presentato il suo ultimo lavoro in conferenza stampa al Grand Hotel Minerva di Firenze, con lui due dei suoi compagni di viaggio, Max Tortora e Rocco Papaleo. Moderatore il giornalista Giovanni Bogani.

Nato dopo 7 mesi passati a "scrivere soggetti su soggetti", come ha raccontato Verdone in conferenza stampa, 'Si vive una volta sola' segna un cambio di passo nella direzione del regista romano, che sceglie di girare un film corale abbandonando il lavoro con co-protagonista. Soggetto e sceneggiatura sono di Carlo Verdone, Giovanni Veronesi e Pasquale Plastino.

La Puglia è la regione eletta per essere l'ambientazione, con set tutto in esterne, di 'Si vive una volta sola', girato in 8 settimane. "Salutare la mia Roma mi ha aiutato dal punto di vista della regia e della direzione. Ho scoperto altri colori, mi sentivo leggero, concentrato. I pugliesi e le loro maestranze sono stati fantastici con noi".

"Si vive una volta sola è un film sull'amicizia, su personaggi autorevoli nel lavoro e smarriti nella vita privata. Una équipe medica che coltiva l'amicizia anche fuori dell'ambienti di lavoro," - racconta Carlo Verdone, che prosegue, -"e questo stare troppo insieme consuma l'amicizia e la fa scadere nella goliardia". Il gruppo elegge silenziosamente il soggetto a cui rivolgere i propri scherzi, Amedeo Lasalandra (Rocco Papaleo), che esasperato vorrebbe lasciare l'équipe medica, ma qualcosa cambia. "È un film in cui si ride molto - spiega Verdone - ma che regala momenti molto intensi e un senso dell'equilibrio enorme".

"Ho scelto di avere accanto dei grandi attori, che seguivo da tempo. Uno dei migliori cast che abbia mai avuto".

Il cast

Prodotto da Filmauro di Luigi e Aurelio De Laurentiis, 'Si vive una volta sola' è un film corale con Carlo Verdone, nel ruolo di Umberto Gastaldi, Rocco Papaleo, Amedeo Lasalandra, Anna Foglietta, Lucia Santilli e Max Tortora, Corrado Pezzella (guarda qui il trailer).

Rocco Papaleo  in conferenza stampa racconta di essere cresciuto ammirando il lavoro di Verdone. "Una delle mie ambizioni era quella di lavorare con lui ed eccomi qui. Lavorare insieme è stato un idillio". Atmosfera e idea condivisa da Max Tortora: "Siamo stati bene sin dall'inizio e da loro ho imparato parecchie cose salutiste", "che non hai messo in pratica", chiosa Papaleo. Si percepisce che ne è nato un gruppo affiatato e i tre protagonisti (Anna Foglietta non ha potuto essere presente), hanno raccontato di un lavoro caratterizzato dall'amicizia nata sul set.

Verdone e Papaleo sono molto legati alla Toscana, come hanno affermato durante l'intervista rilasciata a gonews.it. Papaleo per il suo rapporto con l'attore e regista toscano Leonardo Pieraccioni. Carlo Verdone per suo padre, senese d'adozione. "È praticamente nato e cresciuto a Siena, poi ha conosciuto mia madre e si è trasferito a Roma." Il rapporto con la Toscana di Verdone è poi proseguito in giovane età. Il regista ha raccontato in conferenza stampa il legame che ha con Firenze: gli inizi della sua carriera, il soggiorno durante gli spettacoli teatrali nello stesso albergo dove è avvenuta la conferenza stampa (Hotel Minerva) ma drasticamente rinnovato nell'aspetto rispetto ad allora, le sue notti insonni e cariche di adrenalina per il nuovo lavoro entusiasmante e il suo incontro nel capoluogo toscano con l'attore partenopeo Mario Merola. Un salto nel passato velato d'ironia, nel puro essere di Carlo Verdone.

Il film

si vive una volta sola

Un quartetto di abili medici, tre uomini e una donna, a cui si affida anche il Papa, sono i personaggi di 'Si vive una volta sola', ma inaffidabili, fragili e maldestri nella vita privata.

Il Professor Umberto Gastaldi (Carlo Verdone) guida una formidabile équipe medica composta dalla strumentista Lucia Santilli (Anna Foglietta), dall’anestesista Amedeo Lasalandra (Rocco Papaleo) e dal suo assistente Corrado Pezzella (Max Tortora). Un team di eccellenti professionisti della medicina ma anche e soprattutto un gruppo di insospettabili e implacabili maestri della beffa, sorprendenti nel gioco di squadra e insuperabili nel partorire scherzi spietati, specialmente se la vittima di turno è il loro amico Amedeo.

si vive una volta sola

"Il Professor Gastaldi pretende che la sua équipe si sottoponga a scrupolosi esami di prevenzione ogni 6 mesi, così il gruppo scopre che Amedeo è malato e che forse per lui non c'è più niente da fare". Il gruppo decide di accompagnare l'anestesista nel viaggio per il suo compleanno verso la Puglia. "Sarà un viaggio di apertura tragica in cui si raccontano cose che si ignorano degli altri", sottolinea Verdone.

Ma la vita è piena di sorprese e durante uno sconclusionato viaggio on the road verso i mari del Sud d’Italia - fra incontri surreali, stupefacenti rivelazioni ed esilaranti avventure - i quattro amici inciamperanno in un’esperienza che non dimenticheranno mai, un colpo di scena che potrebbe cambiare per sempre le loro vite. Perché tutto può succedere se sotto un camice bianco, dietro uno stetoscopio, batte un cuore da adolescente.

Si Vive Una Volta Sola uscirà in sala il 26 febbraio.

Verdone, Firenze, Mario Merola e la pastiera

Carlo Verdone è molto legato alla Toscana, suo padre, il critico cinematografico Mario Oreste Verdone, ha vissuto sin da piccolo a Siena ed è stato corrispondente per La Nazione di spettacoli. Il film del  1992 'Al lupo al lupo' è un omaggio alla Toscana e ai luoghi d'infanzia in cui il regista romano ha passato le vacanze. Firenze è omaggiata in 'Viaggi di nozze', nell'episodio di Ivano (Verdone) e Jessica (Claudia Gerini), che scelgono il capoluogo toscano per la loro luna di miele. Epica la scena, che Verdone ricorda sorridendo, in cui la coppia fa colazione in accappatoio sulla terrazza di un hotel di lusso di Firenze e Ivano salta sulla sedia dopo aver dichiarato "Nun riesco a indivuà 'o stadio!", cercandolo e trovandolo (nella direzione sbagliata!) su suggerimento di Jessica "dall'altra parte".

Verdone ci ha donato un doppio aneddoto sulla sua prima tournée teatrale a Firenze con 'Senti chi parla' che aveva debuttato al Piccolo Eliseo di Roma.

"Lo spettacolo era sold out e da 5 giorni al Teatro Niccolini si passò a tre settimane di repliche - ricorda Verdone -. Ero ospite di questo hotel (il Grand Hotel Minerva), che all'epoca non era così. Mi avevano dato una stanza triste e non riuscivo a dormire, a teatro portavo un lavoro in cui impersonavo 24 personaggi e una volta in camera l'adrenalina era troppo alta per riuscire ad addormentarmi. Non avevo ancora scoperto i farmaci che abbassano i livelli di adrenalina e mi addormentavo alle 4 del mattino. Nello stesso periodo, in un altro teatro di Firenze, andava in scena Mario Merola, che soggiornava nel mio stesso albergo e gli avevano dato la camera sotto la mia. Il problema è che alle 7.30 del mattino, Merola apriva la finestra e si metteva a parlare a voce alta. Ero distrutto. Mi rivolsi a lui per chiedergli se per favore potesse abbassare la voce. "Sa, sono un attore, di sera faccio tardi"... "Anch'io faccio tardi", fu la risposta dell'attore napoletano. "Se lei potesse parlare a voce più bassa"... "Guagliò chesta è 'a voce mia", mi liquidò Merola. Ma non finisce qui. Anni dopo parlai di Mario Merola quando ero a un premio a Palombara Sabina, indicandolo come possibile personaggio per un mio film. Quella sera un'auto nera mi tagliò la strada e ne scesero degli uomini in abiti blu. Mi porsero una enorme pastiera, dono di Mario Merola che aveva apprezzato: "Per voi e per la vostra famiglia". Forse non ricordava dell'episodio di Firenze."

Si Vive Una Volta Sola uscirà in sala il 26 febbraio.

Film_Si_Vive_Una_Volta_Sola_2020_Carlo_Verdone_Rocco_Papaleo_Max_Tortora__4

Rocco Papaleo Giovanni Bogani Carlo Verdone e Max Tortorafoto gonews.it

Film_Si_Vive_Una_Volta_Sola_2020_Carlo_Verdone_Rocco_Papaleo_Max_Tortora__3

Max Tortora Carlo Verdone e Rocco Papaleo foto gonews.it

Film_Si_Vive_Una_Volta_Sola_2020_Carlo_Verdone_Rocco_Papaleo_Max_Tortora__2

Max Tortora Carlo Verdone e Rocco Papaleo foto gonews.it

Film_Si_Vive_Una_Volta_Sola_2020_Rocco_Papaleo_Carlo_Verdone__

Carlo Verdone e Rocco Papaleo foto gonews.it

Film_Si_Vive_Una_Volta_Sola_2020_Rocco_Papaleo_2

Rocco Papaleo foto gonews.it

Film_Si_Vive_Una_Volta_Sola_2020_Carlo_Verdone__3

Carlo Verdone foto gonews.it

Film_Si_Vive_Una_Volta_Sola_2020_Max_Tortora__4

Max Tortora foto gonews.it

Film_Si_Vive_Una_Volta_Sola_2020_Carlo_Verdone_Max_Tortora__

Carlo Verdone e Max Tortorafoto gonews.it

Film_Si_Vive_Una_Volta_Sola_2020_Carlo_Verdone__2

Carlo Verdone foto gonews.it

Film_Si_Vive_Una_Volta_Sola_2020_Carlo_Verdone__1

Carlo Verdone foto gonews.it

Film_Si_Vive_Una_Volta_Sola_2020_Max_Tortora__2

Max Tortora foto gonews.it

Film_Si_Vive_Una_Volta_Sola_2020_Max_Tortora__3

Max Tortora foto gonews.it

Film_Si_Vive_Una_Volta_Sola_2020_Carlo_Verdone_Rocco_Papaleo_Max_Tortora__5

Max Tortora Carlo Verdone Rocco Papaleo foto gonews.it

Film_Si_Vive_Una_Volta_Sola_2020_Rocco_Papaleo_1

Rocco Papaleo foto gonews.it

Film_Si_Vive_Una_Volta_Sola_2020_Max_Tortora__1

Max Tortora foto gonews.it

Chiarastella Foschini e Margherita Cecchin

Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro
torna a inizio pagina