Rubata la panchina rossa dal giardino di via Allori, scatta la denuncia

È stata rubata la panchina rossa del giardino di via Allori. Ne ha dato notizia oggi l’assessore al Decoro urbano e partecipazione Alessia Bettini, dopo un sopralluogo sul posto per verificare l’accaduto insieme al presidente del Quartiere 5 Cristiano Balli. “Un atto inaccettabile – ha detto l’assessore Bettini -: abbiamo denunciato il furto alle forze dell’ordine e provvederemo a sostituire la panchina il prima possibile. Facciamo appello ai cittadini a collaborare segnalando eventuali elementi che possano far risalire agli autori del furto”.

“Un fatto grave ancor più perché offende la memoria delle donne vittime di violenza - ha detto l’assessore alle Pari opportunità Sara Funaro -. Le panchine rosse sono un modo per dire con forza no a questo fenomeno odioso ma ancora troppo frequente nella nostra società. Non permetteremo che il gesto inqualificabile di qualcuno faccia venire meno il grande impegno che come amministrazione vogliamo portare avanti su questo tema e contro ogni forma di violenza e intolleranza”.

“L'atto mi lascia attonito e sconcertato - ha detto il presidente Balli -: la panchina rossa nel giardino di via Allori era un segno importante rispetto al tema di contrasto alla violenza di genere. Rimetteremo quanto prima la panchina perché è un dovere continuare a promuovere anche attraverso i simboli il contrasto alla violenza contro le donne”.

Le panchine rosse, simbolo della lotta alla violenza sulle donne, erano state collocate a novembre 2018 nei cinque quartieri di Firenze e precisamente nei giardini di via Maragliano, Campo di Marte, Anconella, viale dei Bambini e via Allori. Le sedute, realizzate in alluminio e frassino, sono lunghe circa due metri e sono state donate al Comune dalla società Timber Lab del Casentino. A queste si aggiungono le due panchine rosse collocate in via dell’Isolotto e piazza Elia Dalla Costa.

Fonte: Firenze



Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro

torna a inizio pagina