La polizia 'insegna' agli studenti le regole da seguire in montagna

Anche quest’anno nel comprensorio di Abetone e Val di Luce è costante la presenza della Polizia di Stato sulle piste, nell’ottica di garantire sicurezza per i frequentatori delle piste e della montagna per la salvaguardia della pubblica incolumità.

L’operatore di polizia, anche in alta quota, rappresenta un punto di riferimento, la cui presenza è finalizzata a favorire quel clima di “fiducia” e “vicinanza” nel frequentatore delle piste, e dell’ambiente montano in generale, che va ad alimentare sempre di più quel senso di protezione e sicurezza.

In tale ottica, in occasione della presenza, sulle piste, degli studenti che anche quest’anno hanno scelto le località toscane per la settimana bianca promossa dagli istituti scolastici, il personale della Polizia di Stato, come ormai da diverse stagioni, ha divulgato e diffuso una diretta informazione, richiesta dagli stessi professori, volta a far conoscere ai giovani le regole comportamentali da rispettare nell’attività sciistica.

Pensare di educare ed infondere le regole fin dalla giovanissima età rappresenta, infatti, il primo fondamentale tassello nella formazione dei futuri assidui frequentatori delle piste da sci.

Fin dall’inizio della stagione si è instaurata una collaborazione tra la Polizia di Stato e le scuole elementari e medie dei Comuni di Forte dei Marmi e di Viareggio finalizzata alla diffusione della “cultura della sicurezza” nella pratica dell’attività sciistica tra i giovanissimi.

All’inizio di ogni settimana bianca (composta ciascuna da circa 60/70 bambini di età compresa tra gli 8 ed i 12 anni), gli operatori del Distaccamento della Polizia di Abetone hanno così incontrato gli studenti illustrando loro il comportamento da tenere sugli impianti di risalita e presso le strutture del comprensorio sciistico (rifugi ed aree di pertinenza delle piste) e richiamando l’importanza dell’uso del casco protettivo anche al di fuori del limite di età (14 anni) entro il quale vige l’obbligatorietà della Legge.

In particolare, sono state spiegate le norme previste dalla Legge Nazionale (L.363 del 2003) ed il Regolamento del Comune di Abetone-Cutigliano tramite la proiezione di vignette realizzate per una immediata ed elementare comprensione da parte dei ragazzi che hanno mostrato curiosità ed interesse.

Riscontri positivi si sono notati nei successivi giorni alle lezioni teoriche, quando i ragazzi hanno dato prova della comprensione e la messa in pratica delle norme comportamentali apprese e non si sono fatti sfuggire l’occasione di salutare i Poliziotti incontrati sulle piste, come nel caso degli studenti della scuola media “Ugo Guidi” di Forte dei Marmi ritratti nelle foto.



Tutte le notizie di Toscana

<< Indietro

torna a inizio pagina