Chiuso parcheggio abusivo vicino all'aeroporto di Pisa

La Polizia Municipale ha provveduto a chiudere un’attività di parcheggio abusivo, nei pressi dell’aeroporto “Galilei”, in esecuzione della scadenza dei tre giorni previsti dalla diffida emanata dal Comune di Pisa nei confronti della proprietà. Si tratta di un’attività abusiva svolta su un terreno di circa 2mila metri quadrati classificato dal regolamento urbanistico vigente come “area verde a corredo delle infrastrutture” e, da tempo, acquisita al patrimonio comunale.

«Ritengo che, negli anni passati, il tema dei parcheggi privati nati nella zona dell’aeroporto non fosse stato affrontato con la giusta decisione dalle amministrazioni che ci hanno preceduto - dice il sindaco di Pisa Michele Conti -. Al netto di attività abusive esercitate che non possono essere tollerate, in quella zona non si è pensato a governare i servizi dando con gli strumenti urbanistici e le norme risposte adeguate all’aumento costante del numero dei viaggiatori incrementati con la crescita dell’Aeroporto. Con decisione continueremo a mettere ordine e a fare chiarezza, consentendo ai privati di esercitare la propria attività solo dove consentito, eliminando le sacche di abusivismo e lasciando a destinazione agricola i terreni così previsti dalle norme attuali. Operazioni perfettamente in linea con il lavoro che stiamo portando avanti con la formazione del nuovo piano strutturale, con il quale limitiamo il consumo del suolo e diamo ad ogni zona della città una destinazione precisa».

La diffida è stata l’ultimo atto di una vicenda giudiziaria iniziata nel 2015, quando il Comune aveva intimato alla proprietà di demolire il fabbricato e la piazzola per sosta auto costruiti abusivamente. Alla mancata ottemperanza, l’Amministrazione aveva ingiunto, nel 2016, la cessazione dell’attività di parcheggio e successivamente, dopo che il ricorso del proprietario dell’area al Tar e al Consiglio di Stato nel 2018, l’area era stata acquisita al patrimonio del Comune.

Gli agenti della Polizia Municipale, nel corso dell’operazione, hanno riscontrato la resistenza passiva del proprietario. Il Comune di Pisa ha dato incarico al Corpo Guardie di Città di occuparsi della restituzione delle 35 auto presenti nel parcheggio ai legittimi proprietari, che le hanno parcheggiate prima di partire con l’aereo.

Fonte: Comune di Pisa - Ufficio stampa



Tutte le notizie di Pisa

<< Indietro

torna a inizio pagina