Coronavirus a Pistoia, il PD: "Servono maggiori certezze e più chiarezza"

Il Gruppo PD in Consiglio Comunale di Pistoia scrive una nuova richiesta di informazioni al Sindaco, dopo quella di pochi giorni fa.
"Stiamo cercando di essere costruttivi e vogliamo avere tutte le informazioni necessarie per rispondere alle tante sollecitazioni dei cittadini. Al tempo stesso, non possiamo non sollevare alcune criticità su cui riteniamo si debba porre maggiore attenzione: il numero dei controlli è ancora decisamente troppo basso rispetto agli altri Comuni. Inoltre, un elemento politico: sembra strumentale la solerzia del Sindaco nell'interessarsi oggi alla complessa situazione di Vicofaro, dopo che il Comune è stato l'unico soggetto a non presentarsi mai ai tavoli convocati dal nostro Vescovo per affrontare la situazione, ormai da settimane."

Di seguito, alcuni degli approfondimenti chiesti dal gruppo PD:

"1) Un punto della situazione più chiaro rispetto alle sanificazioni: mezzi di trasporto pubblici, cassonetti, arredi urbani, uffici comunali, strade e piazze. Uno schema puntuale di ciò che è già stato coperto e ciò che sarà coperto nei prossimi giorni, sarà utile per rispondere ai cittadini.
2) Poiché risulta che le forze dell’ordine debbano riportare alla Prefettura i controlli fatti, quante verifiche sono esattamente state fatte dalla PM pistoiese per le limitazioni imposte alla mobilità cittadina? Quante invece, per le informazioni che si hanno, dalla polizia e dai carabinieri?
3) Come è stato utilizzato (o sarà utilizzato) il fondo (un milione di euro, per ciò che si è letto) messo a disposizione dalla Fondazione Caript per affrontare l’emergenza?
4) In merito all’ex Ceppo: sono state fatte valutazioni anche sul Padiglione “Nuove degenze” o su altre aree?"

Fonte: Gruppo PD Pistoia



Tutte le notizie di Pistoia

<< Indietro

torna a inizio pagina