Controlli Dpcm, il sindaco di Camaiore: "Verificare la frequenza delle spese delle famiglie"

Proseguono i controlli della Polizia Municipale di Camaiore per il rispetto delle misure di contenimento dell'epidemia da Covid-19. A partire dall'11 marzo scorso sono stati effettuati 400 controlli alle persone sulle strade e ben 2415 sulle attività commerciali, sia per verificare il divieto di assembramento, sia per accertare l'effettiva chiusura di quelle non essenziali. Le denunce elevate per il momento sono 8.

"Devo dire che i camaioresi hanno recepito con responsabilità le direttive del Governo e per le strade si vede davvero poca gente – il commento del Sindaco Del Dotto - Al contempo però ci arrivano feedback negativi da parte delle medie e delle grandi distribuzioni: c'è ancora troppa gente che va fare la spesa tutti i giorni e questo non è tollerabile. Siamo al fianco di commesse, commessi e banconieri che ci segnalano situazioni davvero incomprensibili con famiglie che, in barba a qualsiasi logica, fanno la spesa tutti i giorni o più, mandandoci in momenti diversi della giornata i vari membri. Ho chiesto inoltre ai supermercati di fornirmi dati relativi al valore medio della spesa pre e post emergenza ed è evidente lo sforzo delle persone per concentrare al massimo le uscite. Ma non è ancora abbastanza perché in questi giorni ci sono prodotti che vedono i loro prezzi crescere e il dato va inevitabilmente a inficiare la statistica. Per questo mi preme di fornire alcune raccomandazioni: limitate al massimo le uscite per le vostre spese, fatevi una lista così da velocizzare gli acquisti e diminuire le attese e soprattutto andate da soli. Invito inoltre a non uscire ogni giorno per prendere prodotti freschi: la spesa si può fare ma non può diventare una scusa per andare a spasso".

Per questo motivo il Sindaco ha scritto al Governo al fine di segnalare la possibilità di organizzare un sistema di censimento della frequenza della spesa dei vari nuclei familiari in modo che non ci siano abusi. "Non possiamo ancora sanzionare questi comportamenti, ma siamo sicuri di poter fare opera di convincimento presso i nostri cittadini. Fare la spesa è un diritto che nessuno vuol limitare, ma che al contempo non può essere sfruttato per violare il senso di queste norme: quindi stiamo a casa il più possibile e usiamo il buon senso per riorganizzare la nostra vita e aumentare le distanze sociali".

Si ricorda inoltre che quotidianamente è aggiornato sul sito del Comune di Camaiore l'elenco delle aziende e delle attività commerciali che offrono gratuitamente il servizio di consegna a domicilio della spesa. Sul sito dell'ente è reperibile anche il sistema dedicato a anziani e soggetti fragili organizzato in collaborazione con le realtà locali del terzo settore e con le Farmacie Comunali.

Fonte: Comune di Camaiore - Ufficio stampa



Tutte le notizie di Camaiore

<< Indietro

torna a inizio pagina